“A casa tutti bene”.

E’ l’undicesimo film firmato dalla regia di Gabriele Muccino e sarà al cinema da domani, Mercoledì 14 Febbraio.

Gabriele Muccino, 49 anni, negli ultimi dodici ha girato solo due film in italiano: “Baciami ancora” (il seguito del 2010 di “L’ultimo bacio”, del 2001) e “L’estate addosso”.

“A casa tutti bene” è una storia di sentimenti, di fallimenti, di voglia di fuga, e soprattutto di una grande famiglia, obbligata, per una mareggiata, a rimanere sull’isola di Ischia, e costretta a fare i conti con i propri problemi. L’occasione è data dall’imprevisto e dal raduno della famiglia per le nozze d’oro dei capostipite. Il maltempo impedisce di rientrare sulla terraferma e obbliga a restare tutti insieme, circostanza che fa esplodere le coscienze, le contraddizioni, i rancori, le relazioni interpersonali.

Chiunque abbia fatto anche solo una cena con più di sei familiari allo stesso tavolo sa bene quanto sia sottile e fragile il confine che separa la quiete dalle liti, figlie di vecchie ruggini o nuove passioni, e quello che accade ai venti e più protagonisti di Muccino, costretti su di un’isola, per tempo inusitatamente lungo e imprevedibilmente protratto, è allora più che verosimile. E poi perché solo con quello stile, Muccino poteva raccontare anche visivamente una storia realmente corale, e passare con agilità leggiadra da un personaggio all’altro, da una stanza all’altra, da una sottotrama a un’altra.
Certo, alla fine accade che in “A casa tutti bene” alcuni personaggi finiscano con l’avere maggiore rilevanza di altri, ma anche allora questi personaggi “più uguali degli altri” non schiacciano mai nessuno: Muccino riesce a mantenere un equilibrio non facile, considerati i numeri di cui stiamo parlando, e a caratterizzare in maniera mai piatta ognuno di essi.

Cast eccezionale per questo nuovo film firmato Muccino: Stefania Sandrelli, Sandra Milo, Massimo Ghini, Sabrina Impacciatore, Claudia Gerini, Gian Marco Tognazzi, Giulia Michelini e Pierfrancesco Favino, reduce quest’ultimo dalla presentazione del Festival di Sanremo, Stefano Accorsi (nelle sale con lo strepitoso “Made in Italy” di Luciano Ligabue), Valeria Solarino, Carolina Crescentini, Elena Cucci,  Ivano Marescotti e Giampaolo Morelli (meglio noto come l’ispettore Coliandro dell’omonima serie tv).

Non ci resta che andare in sala a partire da domani!

Foto: Nick Zonna

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*