Alla “Dolce Vita Gallery” prende vita l’ultima fatica letteraria di Antonio Saccà.

Gran pubblico ed argomenti seri, quelli discussi durante la presentazione del romanzo "Il Professore, la Morte e la ragazza", di Antonio Saccà (Armando Editore), presso la "DolceVita Gallery" di Via Palermo, 41 a Roma, in occasione dell'evento di premiazione "Arte&Gusto" organizzato da Loredana Paolesse.

Nonostante il tempo inclemente, dal sapore più invernale che di primavera inoltrata, fin’ora tale solo sul calendario, si è svolta, Mercoledì scorso, presso la “Dolce Vita Gallery” la presentazione dell’ultima fatica letteraria del Professor Antonio Saccà “Il Professore, la Morte e la ragazza”. Saccà ormai ci ha abituati ad una “prolifica” produzione letteraria, che lo vede in una costante ed intensa, quanto gradita uscita letteraria che si sussegue incessantemente, quasi a getto continuo.

In una sala gremita, hanno trattato la critica e la recensione del libro suddetto, con grande acume, Francesca Puglisi, responsabile culturale de “Il Tempo”, il giornalista Massimo Nardi e lo stesso autore.

Si tratta di un vero e proprio romanzo, complesso, politematico, nel quale il professore, ritiratosi dall’insegnamento, cambia vita, non avendo una quotidianità culturale, diventando più attento alla società, scoprendola degradata, mescolata, feroce, mentre incombe su di lui il terrore della morte, notava Massimo Nardi…

Saccà ha rilevato come il suo libro coniuga drammaticamente la asperità dei problemi quotidiani che la società accentua invece di aiutare il cittadino con i grandi problemi esistenziali (Dio, la morte, l’enigmaticità dell’esistenza), notando come i meschini problemi quotidiani invadono a tal punto l’esistenza, da impedire alla mente di pensare le questioni fondamentali della vita, si che ormai vi è una società terra-terra, una società senza scopi di civiltà.

Ospite della serata la pittrice Valentina Roma che ha esposto alcune sue opere.

Hanno letto eccellentemente brani del testo Sabrina Tutone (che ha anche ricevuto il premio “Arte&Gusto”), Massimo Anzalone, Riccardo Moccia.

1 Commento su Alla “Dolce Vita Gallery” prende vita l’ultima fatica letteraria di Antonio Saccà.

  1. Cara giornalista, mi consenta di fare un ringraziamento particolare alla Presidentessa dell’Associazione “il cibo & l’Arte” Loredana Paolesse, che si è fatta interamente carico dell’organizzazione della serata.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*