Annalisa Farinello e le “sue”….”Emozioni difettose”

L'autrice di Vicenza, affermata psicoterapeuta e libera professionista, con questo libro, è alla sua terza opera letteraria.

Talvolta, nella vita, capitano eventi, episodi o situazioni, che non “cerchiamo”…non perchè non vogliamo, semplicemente, non li conosciamo! Con grande umiltà (ed anche una buona dose di rammarico) devo confessarvi che l’ultimo lavoro “Emozioni difettose”, davvero interessante per trama e tematiche trattate, della scrittrice Annalisa Farinello, mi è letteralmente piombato sul luogo di lavoro! Con mia somma curiosità (quella non deve mai mancare in questa professione!) mi sono addentrata nell’opera di questa affermata psicoterapeuta che esercita a Vicenza. Per molti anni ha anche prestato la sua opera professionale come esperta in Psicologia Clinica per l’osservazione scientifica della personalità su incarico del Ministero della Giustizia nelle Case Circondariali di Venezia, Vicenza e Rovigo. Nel suo libro “Emozioni difettose” che ha come protagonista, Giulia, medico psichiatra dell’ Altopiano di Asiago, si narra di amore, amicizia, fiducia tradita, sentimenti di vendetta, che si intrecciano tra loro in modo imprevedibile, partendo da un evento psicologicamente traumatizzante! Questo metterà in crisi tutto un sistema di valori interiori, in bilico tra il bene ed il male…in uno stile narrativo piacevole, in cui i vari capitoli sono intervallati da immagini e citazioni di grandi personaggi del passato, che trovo molto azzeccate! Sembra quasi superfluo aggiungere che l’intera trama, che si “divora” con avida curiosità, ben rappresenta i più svariati stati d’animo e le conseguenti reazioni della psiche umana, che sembra quasi di viverle assieme ai protagonisti!

Un evento mai ipotizzato, psicologicamente traumatizzante, può mettere in crisi il sistema di valori interiorizzato.“- ha spiegato l’autrice –  “Nel conflitto lacerante sfumano i confini tra il bene e il male, il diaframma è sempre più esile, quasi inesistente, si è in bilico, non ci si riconosce più… Emozioni Difettose.”

 

” Psicoterapeuta e scrittrice…l’una, conseguenza dell’altra?”

” Ho sempre avuto la passione di scrivere, la professione che  ho scelto e che amo visceralmente, mi permette di entrare con empatia nel vissuto dei miei pazienti. Tra le pagine di queste vite nascono le “mie” pagine.”

” Lei ha esercitato come esperto in Psicologia Clinica per l’ osservazione scientific della personalità nelle Case Circondariali di Venezia, Vicenza e Rovigo. Che tipo di esperienza è stata?”

” Il contatto diretto con persone recluse, entrare nelle loro storie e nelle dinamiche del crimine, faccia a faccia con coloro che l’avevano compiuto, non è stato facile. L’impegno più grande è stato, fin dal primo colloquio, quello di instaurare una relazione di fiducia, non solo professionale ma anche umana. Attraverso il rapporto di fiducia si può, con un lavoro paziente e costruttivo, far sì che il detenuto possa iniziare la revisione critica degli errori e del reato o dei reati commessi. Preziosa esperienza professionale, come nessun “lavoro sul campo” è in grado di fornire.”

” Che tipi di personalità ha incontrato e come è stata accolta?”

” Tutti i tipi di personalità, il DSM 5 ben li potrebbe evidenziare. Non posso essere più esplicita, mi scusi sono legata al segreto professionale. Nonostante la naturale diffidenza iniziale, vinte le resistenze legate al ruolo istituzionale del quale ero investita, non sono mai stata vissuta come “nemica”.

” I suoi romanzi sono vita vissuta o mera fantasia?”

” È lo spaccato di tante vite ogni mio romanzo, racconto o poesia. Scrivo con il cuore per dar voce, attraverso i protagonisti, ad ognuna di quelle persone che mi è dato il privilegio di conoscere, che mi fanno entrare con fiducia nell’intimo delle loro anime. Uso parole mie ma non devo immaginare nulla.”

” Lei ha ricevuto vari premi per i suoi scritti precedenti: ce ne vuole menzionare qualcuno?”

” Il Labirinto, il mio primo romanzo, che è stato anche la mia prima pubblicazione nel 2012, ha ottenuto la Menzione d’Onore al trofeo internazionale Penna d’Autore, e nell’anno successivo La notte delle Pleiadi, ora in seconda edizione, è stato insignito del Trofeo d’Onore, sempre al concorso internazionale Penna d’Autore. Molti riconoscimenti li hanno ricevuti anche alcuni dei miei racconti, tra cui Logica perversa, Araba Fenice, Danka, Lezione d’Inglese. Infine, il Primo Premio al concorso nazionale Poesie d’Amore nella sezione Amore Puro con la poesia Era Amore, nel Luglio dello scorso anno.”

” Da psicoterapeuta ed esperta in campo psichiatrico, cosa ne pensa di questi “mutamenti mentali” e violenze domestiche dilaganti, che stanno drammaticamente caratterizzando il nostro tempo?”

“Parliamo di femminicidio! Credo che solo pochi casi siano addebitabili a “mutamenti mentali”. Basti pensare che fino a pochi anni fa il reato di stupro non era considerato come un reato contro la persona della donna, ma contro “la morale”, e il delitto d’onore abrogato con legge solo nel 1981. Oggi, sul piano giuridico, appare quello che è, un’aberrazione inaccettabile; tuttavia c’è una domanda che non trova risposta… da delitto d’onore a delitto passionale fino al femminicidio, le parole sono importanti? Perchè la causa scatenante del femminicidio è nel rapporto di potere tra i sessi: le donne morte non possono più dire “no”! E nella maggior parte dei casi gli autori di questi delitti sono mariti, compagni, ex fidanzati, comunque persone nella cerchia affettiva delle mura domestiche.

Si promuovono per le donne corsi di autodifesa invece di insegnare il rispetto verso di loro. Rifiutarsi di considerare che quel numero di morti ogni anno possa diminuire se non cambia “la cultura di genere” e la donna venire considerata come “persona” è pura utopia.”

” Ha in cantiere un altro romanzo?”

” Ho scritto la parola fine in questi giorni al mio ultimo romanzo: “Come un’alba in un cielo di vetro”.

 

Emozioni difettose

 

Si ringraziano, sentitamente, Cinzia Ceriani, per il contatto ed il materiale fornitomi e la casa Editrice Kimerik per avermi fatto gentile dono di una copia del libro!

 

1 Commento su Annalisa Farinello e le “sue”….”Emozioni difettose”

  1. Romanzo molto avvincente, da leggere tutto d’un fiato ! Finale inatteso che ti spiazza.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*