Bedda Maki – come reSUSHItare il ristorante e vivere felici.

Al Teatro De' Servi di Roma, fino al 19 Febbraio, la commedia di Chiara Boscaro e Marco Di Stefano, sull'intraprendenza che si scontra con il conservatorismo, il vecchio con il nuovo.

La Tonnara di Toni è un ristorante siculo che per decine di anni ha deliziato il palato dei milanesi, ma ora è tempo di street food, di fusion, e Toni deve trovare centomila euro per pagare i debiti, o sarà costretto a chiudere per sempre i battenti. Il figlio Calogero e la cameriera Maria cercano di aiutarlo. L’idea è di quelle temerarie, unire la cucina siciliana a quella giapponese per diventare il nuovo punto di riferimento della movida meneghina. Ce la faranno?

L’esilarante commedia interpretata da Roberta Azzarone, Caterina Gramaglia, Franco Mirabella, Lorenzo Parrotto, Arturo Scognamiglio, si potrebbe definire una commedia virtuosistica perché riesce in circa un’ora e trenta a condensare una grande quantità di tematiche contemporanee senza mai annoiare né incepparsi in riflessioni saccenti. Con una scrittura sapientemente comica e fluida, vola leggera su problemi mai risolti tra il nostro Nord e il nostro Sud, sulla crisi delle attività commerciali, sulla cucina Italiana DOC, sulla spasmodica ricerca del nuovo ‘a tutti i costi’, sull’improbabile culto del mondo degli chef e molto altro. Per riuscirci è bastato narrare le vicissitudini di un ristorante siciliano in crisi che cerca di trasformarsi in una attività di ristorazione particolarmente all’avanguardia… E…che avanguardia!!! Non si può dire di più.

La sapiente regia amalgama bene i personaggi e nel secondo tempo Caterina Gramaglia risulta semplicemente travolgente nei panni della maldestra nipposicula. Devo dire attori tutti molto bravi…naturalmente spigliati!

Tutta la commedia viaggia bene su ritmi comici molto piacevoli. Tempi serrati, trovate esilaranti, gags geniali rendono il pezzo davvero godibile.

Per due ore ‘leggere’.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*