Bluff. Niente è come sembra.

In scena al teatro Manzoni, fino al 19 Novembre, questa bizzarra, divertente, sorprendente commedia in cui il thriller va a braccetto con le risate, e gli equivoci si alternano ai colpi di scena.

I luoghi comuni, le parodie degli equivoci, o meglio ancora, i detti popolari, non sbagliano quasi mai! Ricordo ancora mio padre, quando faceva grandi o piccole citazioni, tramandate di padre in figlio, asserire: “Ricorda, i proverbi non sbagliano mai e quasi niente è come appare!”

In effetti, in questa effervescente commedia, “Bluff. Niente è come sembra”, scritta ed interpretata dalla coppia di autori Cinzia Berni e Diego Ruiz, con Carlo Alighiero, a curarne anche la regia, e Giorgia Trasselli, l’equivoco sta di casa.

Antonio (Carlo Alighiero) è un giocatore di poker dalla vita avventurosa (almeno così dichiara), che torna, inseguito dai creditori, nella casa dei genitori, abbandonata anni prima. Qui la sorella Olga (Giorgia Trasselli) trascorre le giornate tra le amatissime piante (con cui parla), occupandosi in maniera eccessivamente salutare di due ospiti temporanei nella casa, che non è “un bed and breakfast”. Leone, un professore di matematica alle prese con studenti difficili e incuranti dell’importanza dell’algebra. Silvia (Cinzia Berni) una poliziotta romana, trasferita a Civitella di Romagna, che nella vita avrebbe voluto fare l’estetista, incapace di iniziare e terminare un discorso, senza divagare.

Ne nascono colpi di scena, equivoci, fraintendimenti….perchè nulla e nessuno è ciò che sembra! Una commedia brillante, delicata, divertente, in cui ciascun personaggio potrebbe essere l’opposto di quanto dichiara. In un via vai di siparietti divertentissimi, si dipanerà una matassa aggrovigliata ed esilarante, che conduce gli spettatori ad una risata quasi continua.

Gli interpreti, ormai, quasi inutile dirlo, collaudati, affiatati, bravi. Momenti davvero divertenti ci sono stati donati da Diego Ruiz, che oltre ad essere un ottimo autore, si è rivelato un buon interprete di una commediografia degli equivoci non sempre facile da rendere nella pienezza di una ilarità mai banale, nè scontata.

A parte il grande affetto e la stima che mi legano a Giorgia Trasselli, lei è davvero maestra nell’arte recitativa. E’ praticamente sempre presente in scena e la sua squisita interpretazione di Olga, soddisfa pienamente…il suo parlare romagnolo, il dialogo personale che ha con le sue piante (che avranno un ruolo primario nella commedia), la maniacale cura nel mangiare e vivere sano a cui obbliga anche i suoi due ospiti, vengono interpretati alla perfezione.

Da non dimenticare la scenografia, che nel caso specifico, è davvero piacevole. Realizzata ottimamente da Armando Mancini, al punto da riuscire a trasportare lo spettatore all’interno di un delizioso appartamento con giardino. Tutto è curato sin nei minimi dettagli, tanto da riuscire a intravedere il bagno, i personaggi muoversi dentro una piccola cucina e la stessa Olga dedicarsi alle proprie piante direttamente nel giardino, attraverso una porta-finestra posta nel salotto.

Nella vita tranquilla di Civitella di Romagna insomma …. Niente è come sembra. “Bluff” è un thriller comico che terrà lo spettatore con il fiato sospeso.

 

Teatro Manzoni di Roma, Via Monte Zebio 14/c, in scena fino a Domenica 19 Novembre. Spettacoli dal Martedì al Venerdì alle ore 21.00, Sabato alle ore 17.00 e alle ore 21.00, Domenica alle ore 17:30. Eccezioni: Martedì 14 novembre alle ore 19.00, Giovedì 16 Novembre alle ore 17.00 e alle ore 21.00.

LF con Giorgia Trasselli

LF con Giorgia Trasselli

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*