“Buio relativo”.

Il thriller di Daniele Guidetti, fotografo di moda affermato nelle sfilate internazionali, è stato presentato alla Feltrinelli di Bologna da Massimo Fagnoni ed Antonio Bagnoli, direttore editoriale di Pendragon.

Cover libro

Durante una tranquilla e tanto sognata vacanza in Perù, un uomo rimane coinvolto in una rapina e perde la memoria. Al suo risveglio, si trova a vivere una nuova esistenza tra narcotrafficanti e assassini, nel pieno di una guerra tra bande di inaudita violenza. Poi, però, il passato ritorna, e i ricordi ritrovati lo riportano a Bologna, sulle tracce della sua famiglia che lo crede morto. Ma è davvero così? Un romanzo dal ritmo serrato e cinematografico che oscilla tra passato e presente, tra bene e male in un crescendo di azione, colpi di scena ed emozioni forti.

Vi troverete un mondo, molti personaggi interessanti, molta azione ed anche l’amore, come nella migliore tradizione letteraria, 350 pagine di puro intrattenimento con alcuni spunti di riflessione sulla vita e sulle dinamiche che ci portano a volte, quasi casualmente, sull’orlo del precipizio.
Una scommessa tutta italiana che parte da Bologna con la speranza di conquistare il mondo.

Figlio d’arte, Daniele Guidetti ha cominciato a fotografare le sfilate di moda fin dagli esordi delle passerelle a Milano, negli anni ’80. Dalla pedana dei fotografi ha visto gli anni del boom e quelli della crisi, il decollo di alcune griffe e il declino di altre, la mania della minigonna e il ritorno del ginocchio coperto. Ha scattato fotografie e sviluppato rullini per gran parte della sua adolescenza e gioventù, imparando i segreti funzionali degli strumenti per ottenere risultati sempre più perfetti e competitivi, poi si è convertito al digitale trovando in questa tecnica un fondamentale supporto professionale. Oggi gira il mondo come fotografo di moda sempre presente sulle principali passerelle internazionali e autore di campagne di advertising, oltre che head photographer del magazine «Showdetails» che ha contribuito a ideare e lanciare. Collabora stabilmente con case editrici internazionali e insegna al Master Photography dell’Istituto Marangoni di Milano. Per Pendragon ha pubblicato il volume fotografico “Solo su invito” (2015) e il thriller “Buio relativo” (2018).

Foto: Nick Zonna

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*