“Charly Moon”: una grande passione con un occhio volto al sociale…

...e tanti sogni ancora da realizzare!

“Charly Moon”…quattro giovani (di cui due, fratelli gemelli), Alberto Carrani (basso), Fabio Legotta (drums), Giuliano Legotta (rhythm guitar e voce), Marco Stocchi (lead guitar e voce) che un giorno si incontrano e mettono insieme le loro varie esperienze, dando vita ad un gruppo dalle sonorità rock, punk, classic rock, indie, brit pop. Il gruppo si muove, ed anche parecchio…concerti, interviste radiofoniche, e con essi, anche i primi successi… le loro canzoni, che hanno sempre un messaggio da trasmettere…un ruolo sociale! Arrivano a Londra dove conoscono Nel Callagher degli Oasis. Questo incontro, fondamentale, sarà per loro motivo per perfezionarsi ulteriormente, esigere sempre di più! Dicevamo poc’anzi dell’impegno sociale dei “Charly Moon”: due sono le problematiche che stanno loro a cuore…l’inquinamento ed il razzismo…di un’attualità quanto mai spaventosa e sconcertante! Cosa ci può essere di meglio dell’impegno attraverso la musica? Ascoltata più o meno da tutti…giovani, meno giovani, anziani, arriva diritta al cuore ed alle menti di ciascuno di noi, trasformandosi quasi in un impegno sociale civico!

Questo ci piace moltissimo!!!

” A quando risalgono i vostri esordi?”

” Con mio fratello gemello, all’età di diciotto anni. Lui suonava la batteria ed io la chitarra. Abbiamo così formato la nostra prima band in Calabria, perchè siamo nativi di lì anche se vissuti a Roma dalla nascita…la capitale ci ha “adottati”! Il primo gruppo è nato quasi per gioco! All’età di 23 anni abbiamo dato vita ai “Walter’s pub”, dopodichè abbiamo formato la prima band “seria” i “Fight for your relax” con una canzone con cui abbiamo avuto successo in Rai. Poi, per svariati motivi, ci siamo sciolti ed abbiamo deciso di prenderci una pausa per riflettere! Da quì, si sono formati i “Charly Moon” prima formazione…ma abbiamo avuto problemi sia con il primo che con il secondo cantante, così ho deciso di cantare io, e, devo dire, che la cosa è andata bene. I nostri testi, tengo a dirlo, sono molto solidali, impegnati nel sociale. Uno tra questi, è stato scelto dalle Nazioni Unite e ci hanno organizzato un concerto a Salerno per la libera circolazione delle persone nel mondo! Tema questo, ora più che mai attuale! Dopo questo concerto a Salerno, ci siamo ritrovati a suonare con “The colors” a Milano, che era il nostro gruppo spalla, al locale “Le scimmie” di Caterina Caselli, sui navigli.”

” Com’è nato il nome “Charly Moon”? “

” Deriva da due cagnolini, il maschietto si chiamava Charly e la femminuccia Luna cioè Moon. Eravamo talmente affezionati a questi due cagnolini, che quando ci hanno lasciati per vecchiaia, gli abbiamo dedicato il nome della band!”

” Cosa rappresenta la musica per voi?”

” Per noi la musica è tutto! Facciamo musica da vent’anni! Proviamo sempre nuove emozioni quando saliamo su un palco, quando ci intervistano in radio, o quando effettuiamo delle registrazioni di un nuovo album. La musica è vita!”

” Progetti futuri?”

” Siamo in attesa dell’uscita del nostro video clip, prevista per la metà di Novembre. Noi abbiamo composto la musica mentre il brano verrà eseguito da Valentina Mattarozzi, artista di Bologna, molto affermata. Dopo l’uscita di questo video clip, seguirà anche un nuovo album, in cui sarà incluso anche questo brano, che uscirà a Dicembre. Abbiamo già in programma, in radio, alcune interviste con live acustico. Il 17 Dicembre saremo a Lecco a Radio 104…poi vederemo cosa accadrà dopo l’uscita dell’album!”

” Sogni nel cassetto?”

” Ne avevamo tanti…poi, ci siamo scoraggiati, poi…abbiamo ripreso a sognare…Purtroppo con la musica e per i musicisti le cose non sono semplici. A meno che non si partecipi ad un Talent show! Noi, però, ci rifiutiamo categoricamente! Non trovo sia giusto venir giudicati da persone che non hanno mai suonato uno strumento in vita loro e non hanno mai cantato…senza star quì a fare nomi!  La nostra strada è quella di dare concerti, e siamo già conosciuti a livello nazionale, e fare interviste radiofoniche…Questa è la nostra strada!”

 Si ringrazia Giuliano Legotta per il materiale fotografico concessomi!

5 Commenti su “Charly Moon”: una grande passione con un occhio volto al sociale…

  1. Un grazie di cuore a tutta la redazione…in particolare a Lory..
    Ciao…
    Giuliano ( CHARLY MOON )

  2. emiliano albanese // 16 Settembre 2015 a 20:24 // Rispondi

    Conosco i Charly Moon da alcuni anni. Giuliano ed io lavoriamo insieme. Ed anche il fratello Fabio è mio collega ed amico. Mi piace il loro sound pop rock a volte melodico. Trattano di temi universali come l’amore, i diritti umani, la solidarietà. Senza essere banali. Cantano in inglese sopratutto e questo dà un respiro “internazionale” alla band anche se sono italiani al 100%. Ovviamente sappiamo tutti come viene trattato il talento in Italia e quali vie note percorre un gruppo rock che vuole emergere senza rinunciare al proprio stile ed alla propria impronta musicale. Loro ne hanno ed anche un bel carattere. Di sicuro faranno strada ed il loro successo sarà più duraturo di una moda stagionale. Chi ci mette l’anima nelle cose che fa perdura oltre il semplice tormentone. Poi il vero giudice è sempre il pubblico. saluti. emiliano albanese

    • Loredana Filoni Loredana Filoni // 16 Settembre 2015 a 22:32 // Rispondi

      Pienamente d’accordo con te, Emiliano! Del resto sembra quasi superfluo aggiungere che l’Italia non è certo un paese che premia la meritocrazia!!! Tanto di cappello per questi giovani che non si “piegano” ai dictat dei Talent show!!! Si faranno notare ed emergeranno di sicuro e con le SOLE LORO FORZE ed il loro TALENTO!
      Grazie per la testimonianza!

    • grazie caro amico …,

      BEST.,

      CHARLY MOON

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*