“Colorful Autumn”, un evento di prestigio in una cornice pregevole.

Grande successo per il Vernissage che si è svolto Mercoledì 23 Ottobre presso l'Ambasciata della Repubblica Araba d'Egitto, perfetto connubio di arte, moda e cibo, egregiamente organizzato da Sonia Vecchio e Claudio Alicandri, presentato dall'attore Pascal Persiano.

“In autunno le forme acquistano una plastica maturità – la Primavera è pittrice, l’Autunno è scultore”, per citare Ernst Jünger….

Una stagione che muta lo stato delle cose, dai colori dorati, caldi, avvolgenti. Un tappeto di foglie con il loro intenso profumo di terra bagnata dalla rugiada o dalle prime piogge rigeneranti… Autunno, sinfonia delle stagioni, quasi un telaio intessuto da sagge parole e immagini intense…! Questo è stato, a mio parere, un po’ lo spirito guida del vernissage che ha avuto luogo, Mercoledì 23 Ottobre, in una cornice degna di nota: l’Ambasciata della Repubblica Araba d’Egitto.

Questo luogo che, personalmente, non conoscevo, si trova nel Rione Monti, uno dei più antichi quartieri della Capitale, a due passi dal Colosseo e dai Fori Imperiali… entrando dal vialetto principale varie sculture egizie, poste su entrambi i lati, trasudano arte antica e reminiscenze del passato, e ancora, una collinetta contornata da pini e vegetazione, donano la percezione di una vera e propria oasi di pace.

“Colorful Autumn” è stata inaugurata in occasione del Vernissage che si è tenuto, appunto, Mercoledì 23 Ottobre alle ore 18.00. Alla presenza di tutti i bravissimi artisti che hanno esposto le loro opere, autorità e giornalisti, l’attore Pascal Persiano, che molti ricorderanno per aver interpretato i fotoromanzi Lancio, e che ho scoperto essere un cantante di talento, ha presentato una serata piacevolissima e di spessore intellettivo. Ma nulla potrebbe accadere se dietro non vi fossero degli eccellenti “registi”! Nel caso specifico, Sonia Vecchio, fashion designer e pittrice, e Claudio Alicandri, anch’egli pittore, hanno saputo realizzare un evento ben strutturato e dalle grandi emozioni.

Una mostra che si è inserita nell’ambito della “Rome Art Week”, con uno sguardo alla diversità culturale, che pur restando tale, si è andata ad amalgamare in un perfetto mix di colori e peculiarità di ciascun singolo artista in mostra.

A tagliare il nastro rosso che andava ad inaugurare la mostra, il Vice-Ambasciatore della Repubblica Araba d’Egitto, a Roma da circa un mese, che si è complimentato per l’allestimento dell’intera manifestazione.

Un plauso va anche a due illustri ospiti che hanno coadiuvato la mostra nella loro abituale veste di critici d’arte: Silvia Filippi e Ugo Bongarzoni.

A completare questa felice serata, la sfilata di abiti da sposa di Mauro Menichino, svoltasi nel giardino incantato, dove ogni sogno può realizzarsi! Abiti semplici nella loro versatilità ed imponenza, che, alternando tradizione ad innovazione stilistica, sono stati il coronamento di un incontro all’insegna della comunanza culturale, di costume e di tradizioni.

Un vero e proprio contenitore, oltre che un mezzo di comunicazione, il legame tra il messaggio degli artisti ed il posto che altrimenti rimarrebbe una semplice espressione individuale.

Tra le opere esposte, una, realizzata interamente in vetro, una tecnica già utilizzata nell’antico Egitto, a rendere manifesto, ancora una volta, il vero scambio interculturale. L’arte che diviene veicolo per superare diversità, limiti e barriere che, nei secoli, si sono erette per pregiudizi, paure ed ignoranza.

“Nel mio giardino dell’amicizia ogni giorno pianto un nuovo seme, in natura ogni piccolo seme può portare alla luce e far germogliare l’essenza di qualcosa di speciale che madre natura ci dona…quel giorno che misi a dimora quei semi non sapevo che l’universo voleva che nascessero due fantastiche ESSENZE che poi si trasformassero in qualcosa di speciale per me…” queste la parole di Claudio Alicandri che delineano alla perfezione gli elementi racchiusi nel Vernissage intero.

Un onore, per la sottoscritta, ricevere in Premio la targa dedicata ad LF ed al mio lavoro di Ufficio Stampa.

Un ringraziamento caloroso quindi a Sonia Vecchio e Claudio Alicandri per averci fatto vivere emozioni, respirare talento, sentire l’anima delle cose!

Foto della premiazione e della sfilata: Roberto Alessandrini

Foto della mostra: Loredana Filoni

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*