Come proteggere i nostri occhi.

Alcuni alimenti ci aiutano a mantenere i nostri occhi sani, prevenendo l’insorgere di malattie. Impariamo insieme di quali cibi si tratta e quali sono le componenti che contribuiscono a proteggere la nostra vista.

La vista è, tra i cinque sensi, quello di cui più difficilmente si può fare a meno: in questo complesso sistema, l’occhio è il principale organo, uno strumento delicato che richiede controlli regolari dal medico oculista (oftalmologo) per valutare il suo buon funzionamento e lo stato di salute. Per mantenere gli occhi in salute occorre una particolare attenzione a come ci comportiamo e a quello che mangiamo.

Ecco cosa non deve mancare sulla nostra tavola per proteggere gli occhi:
1) VITAMINA E. È una vitamina liposolubile, riduce il rischio di sviluppare cataratta, il processo di opacizzazione del cristallino, ed è efficace nella protezione del nervo ottico e quindi anche nella prevenzione del rischio di sviluppare il glaucoma. La vitamina E è maggiormente presente negli alimenti quali: l’olio di germe di grano, extravergine d’oliva e di semi in generale, nella frutta secca a guscio (mandorle, nocciole, noci, ecc.).

2) LUTEINA E ZEAXANTINA. Sono carotenoidi dalle proprietà antiossidanti, pigmenti organici presenti nel mondo vegetale e i maggiori costituenti del pigmento maculato della retina. Gli alimenti dove sono maggiormente presenti questi oligoelementi sono la verdura a foglie verdi scuro: spinaci, crescione, basilico, rucola, broccoli e broccoletti verdi; ne contiene grandi quantità la paprika.

3) VITAMINA C. È una vitamina idrosolubile con un elevato potere antiossidante, combatte i radicali liberi. Questa vitamina sembra inoltre contribuire alla funzione delle cellule del nervo ottico. La fonti principale di vitamina C è la frutta: kiwi, fragole e gli agrumi in generale. Ne sono ricchi anche gli ortaggi quali peperoncini rossi piccanti, peperoni rossi, gialli e verdi, broccoletti di rapa, verdura come rucola, lattuga e spinaci crudi. Tutti gli alimenti che contengono la vitamina vanno mangiati crudi e freschi, la vitamina si deteriora con la luce e in acqua.

4) VITAMINA A (e il suo precursore betacarotene). È una vitamina liposolubile con molte funzioni importanti e un elevato potere antiossidante. Responsabile della visione crepuscolare, aiuta a vedere nella penombra, la carenza si associa a cecità notturna e a secchezza oculare. Gli alimenti che maggiormente la contengono sono di origine animale come il fegato, le frattaglie, latte e derivati come il Grana Padano DOP, nelle uova, nel pesce, nella frutta e verdura di colore giallo-arancio (carote, zucca, albicocche, pesche, ecc.) e a foglia verde scuro.

5) VITAMINA B2. È una vitamina idrosolubile, importante per la salute dell’occhio. La migliore fonte di questa vitamina è il latte e i suoi derivati come il Grana Padano DOP, si trova anche nel lievito, nel grano integrale, nelle verdure a foglia verde, nei legumi e nelle uova.

6) OMEGA 3. Sono acidi grassi polinsaturi molto importanti per la salute degli occhi perché sono costituenti dei bastoncelli della retina. Gli omega 3 intervengono nei processi di riparazione delle cellule della retina usurate dall’uso eccessivo degli occhi e dall’età, tra questi acidi grassi vi è il DHA che favorisce la trasmissione neuronale quindi la funzionalità del nervo ottico. Gli alimenti che contengono maggiormente omega 3 sono il pesce azzurro (alici, sardine) salmone, trota selvatica; elevate quantità si trovano nella frutta secca a guscio e nell’olio di semi di lino e monoseme in generale.

7) ZINCO. Gli alimenti che contengono maggiormente zinco sono le ostriche, germe di grano, i cereali integrali, il fegato, il lievito di birra; sono un’ottima fonte anche latte e derivati come il Grana Padano DOP e il cacao amaro (cioccolato fondente).

8) ANTOCIANI. Sono oligoelementi, pigmenti idrosolubili appartenenti alla famiglia dei flavonoidi. Il loro potere antiossidante aiuta a contrastare le malattie della vista come miopia, degenerazione della retina e retinopatia diabetica. Gli alimenti che contengono maggiormente antociani sono la frutta e la verdura viola-blu come mirtilli, uva nera, prugne nere, melanzane ecc.

ABITUDINI PER UNA BUONA VISTA:
1) Evitare la sedentarietà. Svolgere regolarmente una costante attività fisica moderata, preferibilmente di tipo aerobico che favorisce la circolazione e porta i nutrienti nel microcircolo degli occhi;
2) Proteggersi sempre dai raggi UV. Non solo occhiali da sole certificati ma anche occhiali e lenti a contatto su prescrizione medica. Proteggere gli occhi durante attività, ad esempio mentre si fa giardinaggio o si va in bicicletta o durante escursioni in montagna o quando si passano molte ore in spiaggia;
3) Mantenere sotto controllo il proprio peso. Per prevenire lo sviluppo di malattie cardiometaboliche come ipertensione, sovrappeso e obesità;
4) Usare prodotti di qualità per il make-up degli occhi ed evitare la matita applicata all’interno occhio.

COSA NON FA BENE AGLI OCCHI:
1) Lasciare residui di trucco sugli occhi prima di andare a dormire;
2) Tenere le lenti a contatto per una durata maggiore rispetto quella consigliata;
3) Fumare;
4) Usare colliri scaduti. Dopo 20 giorni dall’apertura del flacone, è bene gettarli perché si ossidano e perdono la sterilità necessaria;
5) Bere alcolici. Un apporto eccessivo di alcol sembra favorire un’insorgenza precoce di degenerazione maculare senile.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*