Con “Amo gli animali onlus”, ok agli animali negli ospedali.

Presentato, due sere fa a Milano, lo spot girato da Edoardo Stoppa per sensibilizzare l’ingresso degli animali da compagnia in visita ai loro familiari ricoverati in ospedale.

Milano SWISS CORNER Happy hour benefico Amoglianimali Onlus presentazione del video realizzato con la regia di Edoardo Stoppa con Lavinia Reda e Gabriele Cirilli "La compagnia del tuo cucciolo,la cura più bella." Animali da compagnia in ospedale oggi si può in Lombardia. In the photo: Edoardo Stoppa

Stamane LF non poteva che annunciare, da amante degli animali quali siamo, una notizia che ci auspichiamo, si estenda presto in tutta Italia: il via libera della Regione Lombardia agli animali da compagnia in ospedale vicino ai propri padroni.

“Con il Regolamento regionale del 13 Aprile 2017 abbiamo individuato i criteri per l’accesso di animali d’affezione alle strutture sanitarie e sociosanitarie pubbliche e private accreditate, fornendo una risposta alle richieste di numerosi pazienti. Siamo convinti che consentire ai pazienti di ricevere le visite del proprio animale d’affezione abbia un valore terapeutico straordinario e ringrazio l’associazione “Amo gli animali onlus” per la realizzazione di questo spot che sensibilizzerà anche altre Regioni a seguire l’esempio della Lombardia”. Ha dichiarato l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera nel corso della presentazione dello spot realizzato dall’associazione “Amo gli animali onlus”.

“16 delle 27 Asst lombarde” – ha spiegato l’assessore – “hanno già deliberato il proprio regolamento interno e già oggi è possibile per i pazienti ricevere la visita dei propri animali d’affezione, le altre 11 (tra cui Pavia, che lo definerà entro il 31 Dicembre) lo predisporranno comunque entro la fine dell’anno. Ovviamente i regolamenti già attuati dalle nostre Asst disciplinano in modo efficace le visite degli amici a quattro zampe per salvaguardare la tutela della salute dei ricoverati. Sono indicate, infatti, precisamente le condizioni di accesso e le aree dove gli amici a quattro zampe possono essere ospitati e dove non è consentito, generalmente nei reparti di terapia intensiva, chirurgia e emergenza”.

Una decisione che sta riscuotendo molto successo e che ha anche un suo video ufficiale su YouTube realizzato dall’associazione “Amo gli Animali”, per sensibilizzare su questo argomento e invitare anche le altre regioni italiane a fare lo stesso. Lo spot è stato girato all’interno dell’ospedale Niguarda di Milano e vede la regia dell’inviato animalista di Striscia la notizia Edoardo Stoppa. Protagonista, invece, è Lavinia, una giovanissima paziente, insieme all’attore Gabriele Cirilli e alla piccola Luna, la cagnetta di proprietà di Mauro Cerri, presidente dell’associazione “Amo gli Animali” che in occasione della presentazione del filmato, l’altra sera a Milano, ha sottolineato: “È un grande segno di civiltà quello della Lombardia. Anche in Emilia Romagna e in Toscana stanno facendo qualcosa, l’obiettivo è fare approvare in tutte le Regioni quello che è stato approvato qui”.

Naturalmente, per fare entrare i propri animali domestici in ospedale, è necessario fare una richiesta scritta, nonché concordare la visita e gli orari anche con i propri compagni stanza. Tra i requisiti previsti dalla legge, gli animali devono essere accompagnati da un conduttore maggiorenne, i cani devono essere identificati e iscritti all’anagrafe apposita, essere tenuti a un guinzaglio non più lungo di 1,5 metro e museruola (per i cani), mentre gatti e conigli devono arrivare nell’apposito trasportino. Tutti gli animali devono essere puliti e spazzolati prima della visita e muniti di documentazione sanitaria. Insomma, come dice Cirilli: “La compagnia del tuo cucciolo è la cura più bella”.
Come non essere d’accordo?
Loredana Filoni

Foto: Nick Zonna

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*