Delicato (1/02/2019): Seppie in zimino.

Quella delle seppie in zimino è una ricetta facile e gustosa. Il risultato è un delizioso secondo piatto di pesce che s'ispira a quello della tradizione ligure: seppie con bietole e pomodoro pronte in poco più di un'ora.

Vi proponiamo la ricetta delle seppie in zimino, un secondo piatto di pesce che s’ispira a quello tipico della cucina ligure. Con il termine in zimino oppure all’inzimino s’intende un modo gustoso di cuocere le seppie o il baccalà (ma anche i legumi: molto appetitoso è lo zimino di ceci) con bietole o spinaci.
La parola sembra derivare dall’arabo samin, che vuol dire “salsa densa”. Come, infatti, è densa la consistenza a fine cottura di questo piatto.

Come per tutte le ricette regionali ne esistono diverse varianti, tanto più che anche nella vicina Toscana si trovano pietanze preparate in zimino. Alcune contemplano l’aggiunta di funghi secchi tritati, altri uniscono i pinoli.

Si tratta di una pietanza appetitosa e ben equilibrata dal punto di vista nutrizionale, dalla facile ricetta e adatto a un pasto in famiglia ma anche a una cena con amici. Proposte con caratteristiche simili sono i Calamari con bietole e patate, sorta di calamari in zimino, o le classiche Seppie con piselli.

INGREDIENTI:

600 g di seppie
250 g di pomodori perini
3 mazzi di biete
1/2 gambo di sedano
1/4 di cipolla
1 ciuffetto di prezzemolo
olio
sale
pepe

PREPARAZIONE:

Per realizzare le seppie in zimino iniziate pulendo i molluschi. Eviscerate le seppie, lavatele e asciugatele, tagliatele quindi a listarelle. Eliminate le costole dure dalle biete e tagliate le foglie a pezzetti.

In una padella scaldate quattro cucchiai d’olio e insaporitevi sedano, cipolla e prezzemolo ben tritati. Unite le biete, mescolate e cuocete per circa 10 minuti. Aggiungete le seppie e i pomodori passati al setaccio, salate, pepate e mescolate. Portate a cottura, a fuoco dolce e coperto, in circa 30 minuti.

Ritirate dal fuoco, trasferite sul piatto da portata e servite subito le seppie in zimino

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*