Delicato(21/12/2016) ‘Natale vegetariano? Si può…!’

Pranzi e cene delle feste devono essere ricchi e abbondanti, anche per chi ha deciso di non consumare né carne né pesce.

Pranzi e cene delle feste devono essere ricchi e abbondanti, anche per chi ha deciso di non consumare né carne né pesce. Ecco tante idee.

Pensate che un menù di Natale vegetariano sia impossibile? E invece no, non vi deluderà: ecco le nostre proposte.

Regole di base per un menu di Natale vegetariano

Se dovete pensare a un commensale vegetariano ricordatevi che non ci sono problemi per uova e formaggi, ma assicuratevi che questi ultimi siano preparati con caglio vegetale. Per quanto riguarda tipi di pane speciali, focacce, dolci, fritti, invece, badate che non venga usato lo strutto, ingrediente di origine animale.

Gli antipasti del Natale vegetariano

Un tagliere di formaggi particolari con noci, mieli e marmellate accontenterà anche gli onnivori, così come i classici crostini o le bruschette con le creme di verdure. La campana insalata di rinforzo si adatta bene alle necessità vegetariane, infatti basterà omettere le acciughe. E delle semplicissime frittate di verdure e formaggi, cotte negli stampini da muffin saranno un finger food adatto eventualmente anche a una cena in piedi. Per preparare, invece, dei mini-flan colorati frullate la besciamella, quella rimasta dalle lasagne, con zucca o spinaci e parmigiano (o pecorino). Qualche gheriglio di noce e via in forno, possibilmente a bagnomaria (cioè mettendo i pirottini in una teglia riempita per ¾ d’acqua bollente). Sfornate e servite con una fonduta di taleggio e funghi porcini. Questo stesso condimento starà benissimo anche con della polenta grigliata.

Primi vegetariani per un Natale delizioso

Non rinunciate ai passatelli se avete un vegetariano a cena: preparate del buon brodo vegetale e saranno ottimi comunque. Potete sbizzarrirvi con i risotti: radicchio e vino rosso; al prosecco; pere, noci e gorgonzola; zucca e aceto balsamico; nocciole e castelmagno. Vi bastano come idee? Anche le lasagne, sempre amate, potranno essere preparate o con un sugo di pomodoro semplice oppure con besciamella e verdure: porri o carciofi danno ottimi risultati, ad esempio.

I secondi del menù di Natale vegetariano

Se non volete ricorrere ai formaggi anche qui le idee sono moltissime e sicuramente verranno apprezzate anche da chi solitamente non rinuncia all’arrosto. Lo strudel di verdure è ricco e goloso, ma anche i funghi pleurotus (quelli enormi, chiamati anche orecchie d’elefante) panati o grigliati danno molta soddisfazione. Per un secondo chic, magari monoporzione, preparate una cocotte con alla base una fetta di polenta, delle verdure arrosto o trifolate e poi completate con un uovo, infornate il tempo che si rapprenda l’albume e servite con una fonduta di formaggio e, magari, qualche scaglia di tartufo.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*