Delicato (23/12/2016)

Oggi concludo i suggerimenti dello chef, con un primo, un secondo ed anche un dolce di Natale.

Il risotto allo champagne e scampi è una ricetta  particolarmente raffinata e ricca, che non si prepara tutti i giorni e per questo adatta alle grandi occasioni, come i pranzi o i cenoni delle feste natalizie.

Per l’accostamento molto delicato, ma allo stesso tempo saporito, fra il frizzante champagne e gli scampi, questo risotto è entrato, col passare del tempo, a far parte di quelle ricette puramente tipiche del periodo che va da Natale a Capodanno.

Il risotto allo champagne e scampi è un’ idea originale e allo stesso tempo semplice  da realizzare, che vi farà fare un figurone in tavola!

Ingredienti:

320 g di riso

mezzo litro di spumante

8 gamberoni

1 scalogno

1 spicchio d’aglio

olio extravergine d’oliva

sale

pepe

prezzemolo

Preparazione:

Per preparare il risotto allo Champagne e scampi iniziate dalla pulizia di questi ultimi: staccate la testa degli scampi ed eliminate il filo nero dell’intestino. Praticate due tagli laterali nella corazza posta sul ventre dei crostacei ed estraetene la polpa. Mettete da parte la polpa degli scampi e tritate grossolanamente le carcasse che vi serviranno per preparare il brodo con cui irrorare il riso durante la cottura. Per preparare il brodo di crostacei, prendete un tegame, aggiungete 2 cucchiai di olio e lo scalogno tritato finemente quindi aggiungete le carcasse e fatele rosolare. Sfumate con il brandy (o cognac in alternativa) e fatelo fiammeggiare. Allungate il brodo di crostacei con 250 ml di acqua calda e lasciate cuocere per 10 minuti a fuoco basso, coprendo con un coperchio. Aggiustate di sale quindi, una volta pronto, filtrate il brodo e tenetelo da parte. Nel frattempo, tagliate la polpa degli scampi a pezzetti e fateli soffriggere in una padella contenente 2 cucchiai di olio e l’aglio schiacciato. Fate cuocere per 2 minuti, poi pepate, spegnete il fuoco e tenete al caldo. A questo punto procedete con il risotto: in un tegame capiente mettete 50 gr di burro a fondere e aggiungete lo scalogno tritato, lasciatelo appassire e poi unite il riso. Fate tostare per qualche minuto e aggiungete poco alla volta lo Champagne (a temperatura ambiente), fino a terminare la bottiglia. Continuate la cottura del riso, aggiungendo il brodo di crostacei filtrato poco alla volta, fino all’esaurimento e all’avvenuta cottura del riso. Quando il riso sarà al dente, aggiungete la polpa degli scampi e amalgamate. Spegnete il fuoco e poi aggiungete il burro rimasto insieme ad una generosa manciata di prezzemolo tritato, quindi mantecate. Impiattate il risotto allo champagne e scampi cospargendolo con un po’ di pepe e ancora del prezzemolo tritato. Volendo guarnite il risotto allo champagne con un scampo intero che avrete fatto dorare nel burro per qualche minuto e poi salato e pepato. Potete conservare il risotto allo Champagne e scampi in un contenitore ermeticamente chiuso in frigorifero per un paio di giorni.

Baccalà fritto baccala-fritto-612x266

I filetti di baccalà fritto rappresentano un tipico piatto della cucina romana, preparato tradizionalmente per la Vigilia di Natale, che trovate comunque tutto l’anno nei menù delle migliori pizzerie di Roma.

Ingredienti:

700 gr di baccalà bagnato

150 gr di farina

1 uovo

5 gr di lievito di birra

2 dl di vino bianco secco

olio di arachide per la frittura

sale

Ecco la ricetta:

Sciacquate sotto l’acqua corrente il baccalà per dissalarlo ulteriormente.

Sciogliete il lievito di birra in pochissima acqua tiepida.

In una ciotola setacciate la farina, uniteci l’uovo, il lievito di birra sciolto, un pizzico di sale e il vino.
Amalgamate accuratamente con un cucchiaio di legno o con una frusta. Se il composto risultasse troppo denso, diluitelo con qualche altro cucchiaio di vino.

Coprite la ciotola con un telo e fate riposare la pastella per due ore.

Scolate il baccalà e asciugatelo bene su carta assorbente.

Tagliatelo a pezzi e immergete ciascun pezzo nella pastella rigirandolo più volte per coprirlo completamente.
In una padella scaldate abbondante olio di arachide.

Quando l’olio avrà raggiunto una temperatura di 190° immergeteci pochi pezzetti di baccalà alla volta. Man mano che saranno dorati e croccanti prelevateli con un mestolo forato e fateli asciugare su carta assorbente.

Teneteli in caldo fino a quando non avrete fritto tutto il pesce.
Servite i pezzetti di baccalà fritti su un piatto di portata precedentemente riscaldato.

Torta albero di Natale. img_4461n

E per finire….un dolce piacere: la torta Albero di Natale! Farà la gioia di grandi e piccini.

Ingredienti: 1 Torta Margherita

crema al limone

marmellata di limoni

1 dose di pasta di zucchero

zucchero a velo

colorate alimentare verde

smarties

stampo per torta ad albero di Natale

Procedimento:

Prendere la torta margherita e tagliarla a metà. Farcire con la crema al Limone e ricomporre la torta. Ricoprire con un leggero strato di marmella di Limoni. Colorare la pasta di zucchero con il colorante Verde. Stendere la pasta con l’aiuto di un pò di zucchero a velo. Ricoprire la torta con la pasta di zucchero modellandola con le mani. Decorare l’albero con le smarties, incollandole sulla base con poco miele.

Buon Natale a tutti!

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*