“Donnafugata” di Costanza DiQuattro, una storia di famiglia tra i profumi di Sicilia.

La storia della Sicilia si incrocia con una più intima e privata nel nuovo romanzo di Costanza DiQuattro.

“Donnafugata” non é solo la splendida tenuta di campagna del barone Corrado Arezzo De Spucches, nella campagna di Ibla, Ragusa, ma è anche la coprotagonista del romanzo di Costanza DiQuattro, discendente del Barone e attivamente impegnata a preservare la memoria non solo della famiglia, ma anche dei luoghi del cuore della sua Sicilia. Con la sorella, infatti, oggi si occupa del piccolo teatro (l’unico esistente a Ragusa) fatto costruire nella prima metà del ‘800 dal Barone Francesco, padre di Corrado per lo svago non solo della famiglia, ma di tutto il paese e aperto anche alle famiglie degli operai che lavoravano per la sua filanda. In un tempo in cui la Sicilia, sotto la dominazione borbonica, sogna di essere libera e sull’isola spirano venti di rivolta, mentre nascono le fabbriche e si mettono le basi per una coscienza operaia, il Barone è il punto fermo della famiglia, il perno attorno a cui ruota tutto. Corrado è la faccia bella di quella Sicilia che non si è mai arresa e che l’Autrice ama raccontare. L’aveva fatto con “La mia casa di Montalbano”, il suo primo romanzo, (pubblicato come questo da Baldini + Castoldi) nel quale raccontava la sua infanzia. La sua maturazione come scrittrice l’ha portata in questo romanzo dal solido impianto narrativo, a scavare nelle origini della sua famiglia per ridare vita a un personaggio realmente esistito che sa stupire il lettore per la sua modernità, oltre che per la sua grande statura morale. E’ Corrado infatti, il protagonista assoluto di questo romanzo che si muove tra presente e passato, con capitoli che raccontano ciascuno una storia, vicina o lontana nel tempo, anche se la narrazione principale si snoda tra il 23 Aprile 1895 e il 27 Dicembre 1895.

“Donnafugata” non è un romanzo storico, né una storia corale, anche se ci regala tanti personaggi che emergono con vivezza dalle pagine del libro, ma si può forse definire un romanzo psicologico, visto che la storia è raccontata attraverso le emozioni del personaggio principale, scandagliati dall’autrice con finezza e sensibilità artistica, specie quando racconta della tragedia che si è abbattuta sulla vita agiata e felice di Corrado, che ebbe una sola amatissima figlia, Vincenzina, condannata a morte prematura da un amore sciagurato. Ma le due nipoti femmine saranno la consolazione di un uomo disilluso dalla vita ma sempre pronto ad amare senza condizioni e a prendersi cura della sua famiglia. E ad accogliere il Barone nei suoi ultimi giorni, sarà sempre Donnafugata con i suoi ricordi e i profumi, rifugio e speranza di un futuro migliore, e eredità che le future generazioni sono chiamate a raccogliere.

Contatti

https://www.ibs.it/donnafugata-libro-costanza-diquattro/e/9788893883375

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*