“…E lo chiamerai destino”.

Un Agosto interessante per la cultura, con tre incontri ravvicinati e da non perdere con Marco Tullio Barboni.

Marco Tullio Barboni, sceneggiatore, regista, scrittore all’esordio letterario con “…E lo chiamerai destino”, un percorso suggestivo tra conscio, inconscio, visioni, cinema e altre dimensioni del reale. Come dice egli stesso “appartengo ad una famiglia di cinematografari”. Lo zio Leonida è stato un magistrale direttore della fotografia ed il padre Enzo prima operatore alla macchina, poi direttore della fotografia ed infine, regista con lo pseudonimo di E.B. Clucher. Frequentatore di set fin da bambino, molto spesso nelle vesti di comparsa. Come, ad esempio, in occasione delle lavorazioni di “La baia di Napoli”, “Ben Hur”, “Barabba”. Il primo incarico ufficiale arriva come aiuto regista per “Lo chiamavano Trinità”, poi una folta e fortunatissima carriera da sceneggiatore e soggettista anche di prodotti a diffusione internazionale. Diventando anche autore di narrativa e regista di raffinati cortometraggi. Marco Tullio racconta la sua storia, la sua nuova strada da narratore e i nuovi progetti in due tappe in particolare.

Il prossimo 12 Agosto, dalle ore 18:30, potremo incontrarlo a Trevignano, presso la Galleria d’arte diretta da Giorgio De Rossi in Piazzetta di Via Umberto I, al cui interno si svolgerà EscaMontage Film Festival Itinerante, ad ingresso libero. Grazie al duo Iolanda La Carrubba (regista) e a Sarah Panatta (critica cinematografica), ideatrici ed organizzatrici del Festival, il pubblico potrà conoscere meglio da vicino Marco Tullio soprattutto come regista. Verrà infatti proiettato il suo cortometraggio “Il grande forse”, interpretato da Philippe Leroy e Roberto Andreucci (2010).

Il 31 Agosto, invece, dalle ore 19.00 alle 20.15, sarà lo Spazio Q8 dell’Isola del Cinema a vederlo protagonista indiscusso con il suo volume “…e lo chiamerai destino” (Kappa Edizioni).  A curare l’incontro nell’occasione di fine Agosto sarà Plinio Perilli, con letture di Nina Maroccolo. Padrino per l’occasione, che consiste nel contest “Un libro per il Cinema” che vede anche “…e lo chiamerai destino” tra le opere in concorso, sarà il grande compositore e direttore d’orchestra Franco Micalizzi, amico da sempre della Famiglia Barboni.

Il terzo incontro, infine: il 1 Settembre ad Anzio, tra gli ospiti della tappa del Photofestival Attraverso le pieghe del tempo organizzato dall’Associazione Occhio dell’Arte  nella graziosa cittadina neroniana.

Ulteriori Info:

www.marcotulliobarboni.com

www.elochiameraidestino.com

escamontage.wordpress.com

www.cinemaelibri.it

www.occhiodellarte.org

Lisa Bernardini 

Presidente Occhio dell’Arte

347-1488234 occhiodellarte@gmail.com

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*