“E poi ci troveremo come le star. Storie, racconti, epopea e miti di bar italiani”.

Sono i bar di Verona, Bologna, San Lazzaro di Savena, Fermo, Pescara, Medicina, Roma, Bergamo, Firenze, Bassano del Grappa, Alfonsine, Rimini, Ferrara, Zelo Buon Persico, Milano, Ravenna, Cologna Veneta e Padova i veri protagonisti dei racconti di questa raccolta dedicata al luogo d'eccellenza e uno dei simboli di appartenenza degli italiani.

Dal 2 Luglio è in libreria l’antologia a cura del bolognese Luca Martini e del ferrarese Paolo Panzacchi dedicata al luogo del cuore degli italiani, il cui titolo si rifà a un noto verso della famosissima canzone di Vasco Rossi: “E poi ci troveremo come le star. Storie, racconti, epopea e miti dei bar italiani” (collana ‘I minolli’), ventidue racconti per venticinque autori che si sono confrontati con il luogo principe dello svago, inteso come punto di incontro e teatro di storie, avvenimenti, situazioni.

E’ stato inaugurato il tour di presentazioni dell’antologia il 7 Luglio a Padenghe sul Garda (Bs), alla Biblioteca cittadina di via Roma 4, con Roberto Van Heugten; seguito dall’incontro del 9 Luglio a Milano, al Bar Cru di via Ugo Bassi 34 con Livia Sambrotta, Gianluca Morozzi e Vito Ribaudo; il 12 Luglio è stata la volta del Fun Cool Oh! a Bologna in via Belvedere 2a con Gianluca Morozzi, Paolo Panzacchi, Fabrizio Corazza, Alessandro Bruni, Bruni, Caterina Cavina e Luca Ribani; il 16 Luglio ci si è spostati a Ferrara alla Macelleria Travagli Retrobottega in piazza del Municipio 17a con Luca Martini e Paolo Panzacchi; il 22 Luglio a Ravenna al Caffè Del Ponte Marino dialogano Linda Traversi, Paolo Panzacchi e Massimo Padua; infine, questa sera, 23 Luglio, alle 20.00 a Firenze, La Toraia in Lungarno del Tempio ospiterà Emanuela Mascherini, Gianluca Morozzi, Silvia Antenucci e Paolo Capponi.

L’occasione dell’antologia è un viaggio nei bar italiani, nelle loro atmosfere, nei luoghi cari agli autori, tra tavolini e bicchieri, per rispolverare ricordi del passato, rivivere momenti memorabili, sognare ad occhi aperti con una tazzina di caffè fumante tra le dita o una birra ghiacciata in mano, tra personaggi e scenari ispirati dalla frequentazione quotidiana nel quale qualche cliente (o barista) forse si riconoscerà.

Ciascuno di noi ha infatti un luogo del cuore dove nascondersi con un caffè caldo in mano, dove andare solo per parlare con il barista, figura mitologica, un crossover tra un amico, un confidente e uno psicologo, dove buttar giù qualcosa di forte perché quel luogo è più caldo del salotto di casa tua. Quelle che ne sono uscite sono storie che si intrecciano e passano in qualche maniera dentro questo luogo così importante per la socialità italiana, racconti a volte divertenti, altri drammatici e spesso malinconici. Perché, d’altro canto, ciascuno di noi ha sempre sognato di ritrovarsi con gli amici a bere del whisky al Roxy Bar. Che si tratti di persone comuni o vere e proprie star.

Oltre ai due curatori – Luca Martini (Bologna) e Paolo Panzacchi (Ferrara) –, firme dei racconti sono: Silvia Antenucci (Verona), Maria Silvia Avanzato (Bologna), Alessandro Bruni (San Lazzaro di Savena – Bologna), Paolo Capponi (Fermo), Caterina Cavina (Medicina – Bologna), Fabrizio Corazza (Bologna), Andrea Guglielmino (Roma) e Barbara Panetta (Londra), Massimo Laganà (Bergamo), Emanuela Mascherini (Firenze), Eva Massari (Milano), Gianluca Morozzi (Bologna), Massimo Padua (Ravenna), Giovanni Pannacci (Rimini), Luca Ribani (Bologna), Vito Ribaudo (Milano), Christian Carano e Alessio Romano (Pescara), Livia Sambrotta (Milano), Alessio Schreiner (Roma), Linda Traversi (Ravenna), Roberto Van Heugten (Desenzano s/G) e Paolo Zardi (Padova).

 

I racconti, gli autori e i bar:

Kalashnikov di Silvia Antenucci: Osteria Ai Preti, interrato dell’Acqua Morta, 27 – Verona

Servizio clienti di Maria Silvia Avanzato: Bar Caffeone, via Saragozza, 101/3 – Bologna

Le corna del toro di Alessandro Bruni: Milosa Caffè, via Carlo Jussi, 30 – San Lazzaro di Savena (Bologna)

La torre più alta di Paolo Capponi: Artasylum, piazza del Popolo, 60 – Fermo

Furto di racconti al Caffè delle merci di Christian Carano e Alessio Romano: Caffè delle Merci, via Clemente De Cesaris, 32 – Pescara

Bar… Bari di Caterina Cavina: La Tazza d’Oro, piazza Giuseppe Garibaldi, 24 – Medicina (Bologna)

Le ricette di Erminia (e Sara) di Fabrizio Corazza: Caffè Palasport, via della Grada, 2/2 – Bologna

Dal bancone di Andrea Guglielmino e Barbara Panetta: Bar Vanni, via Col di Lana, 10 – Roma

Belli capelli di Massimo Laganà: Bar Gina & Lollo (già da Alex), via Broseta 76 – Bergamo

O così o Pomì di Luca Martini e Luca Ribani: Fram Cafè, via Rialto, 22 – Bologna

No panic di Emanuela Mascherini: La Cité – Libreria Café, borgo S. Frediano, 20/r – Firenze

Storie in bottega di Eva Massari: Colazione in Bottega, vicolo Bastion, 5 – Bassano Del Grappa

Andate tutti a Fun Cool Oh di Gianluca Morozzi: Fun Cool Oh!, via Belvedere, 2/a – Bologna

Confessioni di un supereroe da bar di Massimo Padua: Café del Corso, corso Garibaldi, 79 – Alfonsine (Ravenna)

Darsele alla darsena di Giovanni Pannacci: Caffè dell’Orto, via Lucio Lando, 109/111 – Rimini

Barbera, grazie di Paolo Panzacchi: Macelleria Travagli Retrobottega, piazza del Municipio, 17/a – Ferrara

Good Jack di Vito Ribaudo: El Barin di Giacomo Bison, via Dante Alighieri, 13 – Zelo Buon Persico (Lodi)

Ridiamo di Livia Sambrotta: Bar Cru, via Ugo Bassi, 24 – Milano

Di quello che è successo non ne parleremo mai più di Alessio Schreiner: Beere e mangiare & Co., via Carlo Passaglia, 1 – Roma

Le mongolfiere in cortile di Linda Traversi: Caffè Del Ponte Marino, via Ponte Marino, 5 – Ravenna

50 chicchi di caffè. Piccolo manuale di sopravvivenza per chi salta di là dal banco di Roberto Van Heugten: Bottega Caffè Dersut, piazza del Mandamento, 56 – Cologna Veneta (Verona)

Nando, o della bellezza semplice di Paolo Zardi: Bar Veneto, via Colonnello Galliano, 2 – Padova

 

I CURATORI

Luca Martini (1971), bolognese, è presente in numerose antologie e riviste letterarie. Nel 2008 ha vinto il premio Arturo Loria per il miglior racconto inedito. Un suo racconto, tramite il progetto “Sorprese Letterarie”, promosso dalla scuola Holden di Torino, è finito tra le sorprese di migliaia di uova di Pasqua. Tra le sue pubblicazioni più recenti: il romanzo Il tuo cuore è una scopa (Tombolini Editore, 2014), le raccolte di racconti L’amore non c’entra (La Gru, 2015), Manuale  di sopravvivenza per bambini

invisibili (Pequod, 2018), la raccolta collettiva di memorie Il nostro due agosto (nero) (Tombolini Editore, 2015) e il libro per bambini Il coccodrillo che voleva essere drago (D Editore, 2017). Insieme a Gianluca Morozzi ha curato, tra le altre, le antologie di racconti Più veloce della luce (Pendragon, 2017) e Vinyl – storie di dischi che cambiano la vita (Morellini Editore, 2017). Sempre per Morellini Editore hacurato insieme a Barbara Panetta l’antologia On the Radio – storie di radio, dj e rock&roll (Morellini Editore, 2018), mentre nel 2019 ha partecipato come autore alla raccolta Mosche contro vetro – Racconti sull’autismo, ed è uscito con il romanzo Mio padre era comunista.

 

Paolo Panzacchi è nato a Sassuolo (Mo) nel 1984 e vive a Ferrara. Nel 2015 per Maglio Editore è uscito L’ultima intervista, il suo romanzo d’esordio. Numerosi suoi racconti sono presenti in varie antologie. Nel 2018 per Pendragon, nella collana gLam diretta da Alessandro Berselli e Gianluca Morozzi è stato pubblicato Drammi quotidiani. Nello stesso anno è stato pubblicato da Laurana Editore, nella Collana Calibro 9 Gialli & Noir, Il pranzo della domenica.

 

INFOMORELLINI EDITORE
via Farini 70 – 20159 Milano

+39 02 87 38 37 64

Ufficio stampa:

Francesca Tamanini > francesca.tamanini@morellinieditore.it
info@morellinieditore.it | www.morellinieditore.it

www.facebook.com/morellinieditore | @MEditore

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*