L’aperitivo del Gp è proseguito poi all’ombra del podio circolare sospeso sul rettilineo di arrivo. Riflettori puntati sull’evento “Champions of the grid”: 5 piloti di Formula Uno hanno sfidato 5 leggende del calcio in una gara di kart sul rettifilo di partenza. Una manifestazione a scopo benefico – come la partitella di calcio disputata alla vigilia del Gp 2016 – organizzata da Heineken, sponsor del Gran premio d’Italia e partner globale della Formula Uno dal 2016. E ancora, la festa si è spostata poi nel capoluogo, con la novità della “Milano Drivers’ Parade”, una parata dei piloti per le strade dal Castello Sforzesco alla discoteca Old Fashion con auto d’epoca.

Miss a quattro ruote che torneranno in pista domani, Domenica, a Monza alle 12.30 per la tradizionale parata di saluto dei piloti al pubblico. Sono le auto che rappresentano i modelli vincitori di importanti gare internazionali a partire dal 1021.

E poi, in pista, ci sarà anche la Auto Avio 815, il primo prodotto di Enzo Ferrari prima della fondazione della Ferrari. Ma Gran premio di Monza vuol dire anche sicurezza. Con Heineken che ha lanciato la sua partnership con F1 attraverso la campagna “When you drive, never drink” dedicata al consumo responsabile con protagonista la leggenda dell’automobilismo sportivo, Sir Jackie Stewart.

Sullo sfondo del Gran premio d’Italia, oggi (Sabato) previsti due momenti clou: il talk show “Promuovere lo sport motoristico, promuovere i territori”, dove rappresentanti delle istituzioni e del mondo sportivo e turistico si confronteranno sulle opportunità di valorizzazione delle eccellenze locali offerte dal motorismo a due e quattro ruote; e la presenza in città per tutta la giornata del truck Città dei Motori, all’interno del quale si potranno sperimentare gli innovativi strumenti di promozione della Rete sviluppati: il Motor Web Museum (visita virtuale ai principali siti motoristici italiani), la app di informazioni turistiche e l’esplorazione di alcune eccellenze motoristiche attraverso la realtà aumentata.

Loredana Filoni

Foto: Nick Zonna