Formula1: Nico Rosberg si è laureato campione del mondo.

Ad Abu Dhabi Nico si è laureato iridato con meno vittorie stagionali di Hamilton. Ma non è una novità...!

Il 2016 per Lewis Hamilton sarà sempre una ferita aperta. Nico Rosberg si è laureato campione del mondo dopo aver battuto un rivale leggendario per talento e numeri. Già, i numeri. Quelli che hanno incoronato il tedesco (385 punti, 5 in più di Hamilton), ma che allo stesso tempo sono per l’inglese una vera beffa, dato che sia le vittorie (10 contro 9) sia le pole position (12 contro 8) sono in suo favore. Soprattutto se si considera che in F1 solo in altre 10 occasioni questa circostanza si è ripetuta.

Una curiosità: quest’anno la scelta del numero da apporre sui bolidi era a discrezione dei piloti…Nico Rosberg ha scelto il numero 6, lo stesso che aveva il papà nell’unico mondiale vinto nel 1982!

Facciamo ora un rapido ragionamento su come si è svolto il Mondiale di Formula 1. Doveva essere l’anno della svolta Ferrari, invece è finita con una sonora figuraccia. Le Frecce d’Argento hanno fatto un altro mestiere e Red Bull Team il secondo. Quindi per la seconda volta nella storia della Formula 1 un figlio d’arte vince il Mondiale
I Ferraristi delusi da questo campionato incolore e farcito di molteplici gap possono consolarsi con la notizia delle notizie, il circuito di Monza avrà il suo mondiale fino al 2019, anno tra l’altro dell’abbandono definito del Barny padrone, ricordate che F1 è stata ceduta a Liberty Media del magnate John Malone per 8 miliardi di dollari.
Adesso che i motori sono spenti ed il sipario chiuso su questo campionato da dimenticare, ci auguriamo che la Rossa capisca dove sono stati gli errori e che per la prossima stagione iridata si presentino al via con una vettura degna di questo nome…Non speriamo nel mondiale ma che almeno rendano la vita un po’ più difficile alla Mercedes.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*