Giulia Petrungaro: dall’ “Onore e il rispetto” a “Il Paradiso delle signore”.

La giovanissima attrice calabrese, dopo aver vestito i panni della fredda e determinata Rosalinda, è recentemente entrata a far parte del cast de "Il Paradiso delle signore" versione daytime soap, nei panni di Elena Montemurro, giovane donna siciliana istruita e colta. Scopriamo con lei i dettagli...

Bellezza del Sud, sguardo profondo, Giulia Petrungaro è la giovane attrice che oggi LF ha incontrato per voi. Giovane sì, ma con vari lavori importanti alle spalle. Chi non la ricorda ultimamente nel ruolo di Rosalinda nella fiction “L’Onore e il rispetto” in cui interpretava la donna del cattivo Ettore De Nicola (Valerio Morigi) antagonista di Tonio Fortebracci (Gabriel Garko)!?! A me colpì moltissimo il grande lavoro personale di Giulia nell’affrontare questo complesso personaggio che, ad un certo punto, si ribella a tutte le regole della famiglia per trasformarsi in una fredda, lucida e determinata donna, che pur di raggiungere i suoi scopi, si unirà ad un uomo della mafia. Davvero una magistrale interpretazione!

Da lì, purtroppo, non avevamo più avuto il piacere di riaverla sui nostri schermi, ma dal 10 Settembre scorso, possiamo nuovamente apprezzarla su Rai 1, in fascia pomeridiana (15.25), ne “Il Paradiso delle signore”, versione daytime soap, nei panni di Elena Montemurro, personaggio diametralmente opposto a quello di Rosalinda, ma altrettanto complesso e di spessore. Elena è la fidanzata adorata di Antonio Amato (Giulio Corso). Figlia di un maestro elementare, giovane e ingenua, sentimentalmente acerba e inesperta, arriva a Milano convinta da Antonio che vuole sposarla e spera, con quella fuitina, di ottenere in fretta il permesso della sua famiglia. La sua è la storia della presa di consapevolezza della realtà, anche dura, della vita e della maturità. Il suo impatto con il Nord e con la vita all’interno della famiglia Amato è fin dal primo momento difficile e conflittuale, soprattutto con Agnese che le rimprovera l’inettitudine alla vita domestica e quindi matrimoniale. La mancata approvazione della sua famiglia, che non solo non le dà la sua benedizione alla relazione con Antonio, ma la disconosce, la lascia sola in un mondo sconosciuto e potenzialmente ostile. Alla prova dei fatti il suo amore con Antonio vacilla…

Tornando un momento a Giulia Petrungaro, mi piace raccontare anche che è nata in provincia di Cosenza, precisamente a Fiumefreddo Bruzio, dove è cresciuta insieme alla sua famiglia, mamma e papà, e due fratelli, Niky e William. Vive a Roma da cinque anni, dove ha intrapreso la carriera universitaria, sognando quella di attrice; fare l’attrice le piace, ma non si sa mai… così è anche studentessa della scuola Fondamenta di Roma, dopo aver studiato all’Accademia Artisti, e segue dei seminari di specializzazione. – A tal proposito, tengo a precisare” – ha sottolineato Giulia – “che ho avuto tantissime porte chiuse in faccia, ma questo non mi ha mai scoraggiata, demoralizzata, anzi mi ha resa più forte. E questo è anche il consiglio che dò a chi vuole intraprendere il mio mestiere”.

Insomma un’attrice di talento ma con i piedi ben saldi in terra!

Ma lasciamo sia lei stessa a raccontarsi…

Giulia, parlaci del tuo ruolo di Elena Montemurro ne “Il Paradiso delle Signore”…

“Elena è una giovane donna siciliana apparentemente timida ed ingenua, ma con una grande voglia di emanciparsi. Scappa dalla Sicilia per seguire il suo grande amore a Milano deludendo tutta la famiglia. Una volta arrivata a Milano, verrà ostacolata soprattutto dalla madre del fidanzato, che non condivide la decisione di Elena di scappare di casa, e accusa la ragazza di aver portato il “disonore” in casa Amato.”

Com’è avvenuto il tuo ingresso nella fiction?

“Dopo aver superato le numerose fasi di selezione, sono riuscita ad ottenere il ruolo. Il personaggio di Elena è nato insieme a me.”

In cosa somigli al tuo personaggio?

“Io ed Elena siamo tanto diverse, ma qualcosa mi lega a lei. Non abbiamo molto in comune, ma è proprio per questo che rappresenta la parte mancante di me.”

Tu sei molto giovane, ma hai già vari lavori al tuo attivo, come il ruolo di Rosalinda nell’ultima stagione de L’Onore e il Rispetto…Che esperienza è stata quella?

“Rosalinda” è stata il mio primo amore. Il mio primo ruolo. Con lei ho debuttato ed è per questo che ricorderò questa esperienza come la più bella della mia vita. Lei rappresenta la parte più estrema di me. Ed è scontato dire che mi sono divertita da morire ad interpretare questo personaggio anche con l’aiuto dei miei colleghi, ormai amici, che mi hanno accompagnata in questo viaggio.”

Ci potrebbe essere un altro seguito de “L’onore e il rispetto” che magari vedrà te come protagonista?

“Niente è da escludere. L’idea c’è. Vedremo!!!”

La tua carriera com’è iniziata?

“È iniziata senza che io mi domandassi nulla. Ho fatto un provino per entrare in un’ accademia di recitazione. Non perché io l’abbia mai sognato, semplicemente ho seguito il mio istinto. Sentivo di avere qualcosa da trasmettere… A chi ? Non lo so. A me stessa forse. E ogni giorno grazie alla mia famiglia, ai miei amici, e al parere di tanti italiani, ho iniziato a crederci sempre di più.”

Ti sei trasferita dalla Calabria a Roma…quali sono state le difficoltà, se ve ne sono state?

“Mi sono traferita a Roma sia per la mia carriera attoriale che per l’università. Sono prossima alla laurea e con tutti questi progetti non ho dato tanto spazio ai ripensamenti. A Roma non mi è mancato l’affetto. Ho incontrato la mia seconda famiglia che sono le mie amiche, ormai coinquiline, e questo mi ha dato la forza di crescere e di andare avanti. La Calabria  mi manca sempre.”

Nostalgia di casa?

“La mia casa non smette di mancarmi ogni giorno. Torno a casa una volta ogni due, tre mesi e mi sembra sempre tutto diverso. Anche se poi, fondamentalmente, è tutto uguale. Mi mancano i miei genitori, così come i miei fratelli e le mie due cognate. Mi manca veder crescere mio nipote. Mi manca passare del tempo con i miei nonni. E poi le mie amiche di sempre. Quindi sì, mi manca tanto casa.”

C’è un’attrice alla quale ti ispiri?

“Le attrici sono tante. Mi piace la parte romantica di Julia Roberts. La durezza e la determinazione di Meryl Streep. Il fascino di Natalie Portman.”

Progetti futuri?

“Al momento sì, ho tanti progetti, anche fuori dal campo attoriale, di cui vi parlerò in seguito. Adesso sono impegnata in Rai con “Il Paradiso delle Signore” per un periodo abbastanza lungo.”

Concludendo?

“Ho tante aspettative per me stessa. Forse troppe. Sono una giovane donna in carriera. Mi sono sempre sentita tale, e, al momento, dedico tutta la mia energia per realizzarmi al meglio. Vorrei un giorno ripagare i miei genitori e tutta la mia famiglia dei sacrifici fatti per me.”

1 Commento su Giulia Petrungaro: dall’ “Onore e il rispetto” a “Il Paradiso delle signore”.

  1. per me questa ragazza è veramente brava anzi eccezionale. nel paradiso delle signore ha recitato in modo talmente magistrale che mi ha coinvolto emotivamente facendomi piangere più di una volta. bravissima

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*