Grande successo per la sfilata di Jamal Taslaq dedicata a Mondo Solidale Onlus.

Lo stilista di Alta Moda italo-palestinese Jamal Taslaq ha letteralmente entusiasmato gli oltre duecento ospiti intervenuti, portando in scena venti capi iconici delle sue collezioni, che hanno calcato le passerelle internazionali.

Una serata dedicata all’arte, all’eleganza, alla bellezza, alla musica e alla solidarietà è andata in scena Mercoledì 26 Giugno nell’incantevole Coffee House di Palazzo Colonna, dimora storica settecentesca, che si è resa scenario del charity event di Mondo Solidale Onlus. L’associazione benefica, presieduta dalla Sig.ra Rita Leo Valentini, opera in Kenya a sostegno dei bimbi bisognosi africani, delle donne e di tutta la popolazione che necessita di cure mediche ed ospedaliere portando degli aiuti concreti e materiali ad una popolazione fortemente in difficoltà. Lo Studio Legale e Tributario Leo Associati, che ha anch’esso sede a Palazzo Colonna, ha sostenuto il fund raising in questa serata speciale dedicata ai bambini africani.

Lo stilista di Alta Moda italo – palestinese Jamal Taslaq ha letteralmente entusiasmato gli oltre duecento ospiti intervenuti, fra cui Gigi D’Alessio e Pupo, portando in scena venti capi iconici delle sue collezioni, che hanno calcato le passerelle internazionali.

Jamal Taslaq nasce nel 1970 a Nablus dove l’osmosi e la convivenza di culture e religioni sono parte della tradizione. Ancora giovanissimo, all’età di 10 anni, scopre il mondo dell’Alta Moda accompagnando la madre in un atelier nei pressi della sua abitazione natale. Viene qui rapito dalla magia della creazione osservando semplici tessuti trasformarsi in abiti da sposa e da cerimonia. Ad affascinarlo sono le lavorazioni e la preziosità dei ricami realizzati a mano che ingentiliscono e impreziosiscono le stoffe seguendo armoniosamente le linee del corpo rendendolo più leggiadro e femminile.
A soli 19 anni decide di seguire la sua passione e sceglie l’Italia riconoscendola come culla dell’Alta Moda e patria di una cultura millenaria radicata nella bellezza e nell’abilità artigianale. Per 10 anni studia e acquisisce esperienza imparando personalmente le tecniche dell’Alta Sartoria e assorbendo lo stile e la cultura rinascimentale e barocca di Firenze e Roma. Nel Luglio del ‘99 apre il suo atelier personale in Via Ludovisi 44, poco lontano da Via Veneto, cuore della Dolce Vita felliniana, mentre nel 2000 inizia l’avventura nel mondo della Alta moda sulle passerelle di AltaRoma insieme agli stilisti più acclamati del momento come Raffaella Curiel, Fausto Sarli, Elie Saab, Furstenberg, Renato Balestra e Zuhair Murad.

Le sue creazioni incontrano il gusto raffinato delle donne sofisticate di tutto il mondo, emozionando donne del calibro della Regina Ranya di Giordania, della Principessa della Famiglia Al Saud dell’Arabia Saudita e persino di Patty Pravo, in occasione del Festival di Sanremo, e ancora Sharon Stone e Ornella Muti, grazie all’originalità e unicità dei suoi capi dai quali traspare la fusione delle due culture in uno stile straordinario e inusuale. Tra la preziosità dei ricami orientali e l’abilità sartoriale italiana, lo stile di Taslaq riesce ad armonizzare l’atmosfera, i colori, le emozioni della sua terra di origine con la modernità, l’eleganza ed il gusto sofisticato della tradizione Made in Italy.
Gli abiti da sposa di Jamal Taslaq come tutte le sue creazioni sono fuori dal comune grazie alla sua seducente originalità e ad un sapore romantico di tempi passati. L’assoluta eleganza degli abiti da sera esalta la femminilità con linee sinuose impreziosite da ricami, pizzi e intarsi in pelle interamente realizzati a mano su disegno originale. La scelta dei tessuti, i materiali per impreziosire le stoffe come l’intera lavorazione dei capi sono esclusivamente italiani, eseguiti nell’atelier personale di Roma, da ricamatrici e sarte di decennale esperienza.
Lo stilista predilige incontrare personalmente le sue clienti per cogliere e comprendere a fondo le peculiari caratteristiche della personalità, così da ideare un modello esclusivo che esalti il carattere e i punti di forza della figura.

Tornando alla serata nella splendida cornice di Palazzo Colonna, la serata è stata condotta da Elena Parmegiani, Direttore Eventi della Coffee House del Palazzo stesso.

Vincenzo Bocciarelli, per l’occasione vestito da Damat, noto brand con sede ad Istanbul, ha recitato intensamente le parole di Gabriel Garcia Marquez “Il Senso della Vita”. Cinzia Tedesco, voce pazzsca, ha donato una sua originale interpretazione, in chiave jazzistica, del celeberrimo brano “New York New York”.

Taslaq è l’ unico stilista italiano ad aver sfilato nella prestigiosa sede dell’Onu nel 2014. Per la serata dedicata a Mondo Solidale Onlus, il couturier ha proposto sofisticati tailleur dal taglio femminile di cady di seta dai toni caldi. Grandi applausi per i ricercati abiti da cocktail e da sera ispirati alla magia del mondo orientale e alla raffinatezza dell’occidente, realizzati con preziosi ricami dai disegni unici, realizzati con fili di seta, pietre e intarsi di tessuti di pelle, per una donna femminile e nello stesso tempo dalla forte personalità. Gli ospiti sono rimasti stupiti dall’unica uscita dedicata alla sposa, accompagnata dalle suggestive note di “Magnificat” di Mina. La creazione aveva degli originali intarsi di legno d’ulivo e ricami in filo di seta.

Numerose personalità sono accorse all’evento: Ninetto Davoli, la Principessa Elettra Marconi, il Principe Guglielmo Giovannelli Marconi e la sua consorte Vittoria Giovannelli Marconi, la Principessa Maria Pia Ruspoli e sua figlia Giacinta, Andrea Ripa di Meana, Vittorio Camaiani, le attrici Elena Russo, Anna Marcello, Cinzia Leoni, Jinny Stefann, il soprano Alma Manera, il Maestro Jacopo Sipari di Pescasseroli, Ilian Rachov, Gabriella Alemanno, Isabella Rauti, Dena Rattazzi, Myrta Merlino, Didi Leoni, gli imprenditori Ilario Toscano e Alessandro Rinaldi.

Presente, inoltre, un’ampia fetta di stampa: Antonietta Di Vizia, Sara Lauricella, Erika Gottardi, Criselis Martinez, Loredana Filoni…

La serata ha previsto inoltre un cocktail finale sulla monumentale terrazza del Palazzo, realizzato in collaborazione con la storica e rinomata cantina laziale Casale del Giglio, allietato dalle simpatiche note musicali di Carlo Capria.

Le scenografie dell’evento sono state curate dalla Società All Com, leader nei servizi tecnici.

Il make up della sfilata è stato affidato alle sapienti mani di Antonio Quattromani per Stage Line Professional e le acconciature delle modelle alla consolidata esperienza di Paolo Demofonti di Jean Paul Studio Moda Capelli.

Elena Parmegiani Palazzo Colonna: elenaparmegiani@coffeehousecolonna.it

www.coffeehousecolonna.it

Foto di: Claudio Martone e Angelo Apolito

 

 

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*