Il futuro della Medicina è digitale – A Berlino si apre in pochi giorni il sipario su Frontiers Health 2017.

La digital transformation sta acquisendo un’importanza sempre maggiore nelle strategie perseguite dalle aziende farmaceutiche.

La rilevanza del digitale e dell’innovazione tecnologica nell’ambito dell’industria farmaceutica è testimoniata dal fatto che gli investimenti a livello del settore digitale per la salute, raggiungono la ragguardevole cifra di 6,5 miliardi di Euro.
Altro numero impressionante è la quantità di dati relativi alla salute che vengono generati nel mondo ogni giorno: 2,5 exabyte.

I dirigenti delle industrie farmaceutiche hanno ben chiaro quali sono e saranno le implicazioni che la rivoluzione digitale sta imponendo loro di affrontare.

Secondo un’indagine congiunta condotta da Farmindustria e Bain & Company, nei prossimi tre anni ben l’88% delle aziende farmaceutiche italiane investiranno nella digitalizzazione in ambito produzione, mentre il 71% nel digital dedicato alla ricerca e sviluppo.

Per quel che riguarda la digitalizzazione del processo di Ricerva & Sviluppo di prodotto, già oggi una buona percentuale di aziende farmaceutiche (circa il 75%) investe nella gestione digitalizzata degli studi clinici, ma nei prossimi tre anni molte di esse indirizzeranno i loro sforzi sia nella simulazione virtuale dedicata alla progettazione di nuovi farmaci sia nell’utilizzo dei big data.

Nel prossimo triennio si prevede che l’80% delle industrie del farmaco svolgeranno attività di ricerca in collaborazione con le imprese ICT (Information and Communication Technologies).
Sono proprio le aziende digital a supporto di quelle pharma che nel prossimo futuro avranno un ruolo sempre più rilevante.

Basta pensare a IBM Watson Health, una realtà che, grazie allo sviluppo dell’intelligenza artificiale e al suo enorme database, già oggi contribuisce a supportare la ricerca e la diagnosi, e quindi a migliorare l’appropriatezza delle cure.
Ma la vera sfida che il digitale sta imponendo all’intera pharma industry è quella del superamento dell’ormai limitato concetto di farmaco inteso come mero prodotto, per approdare ad una visione che lo vede invece come parte dell’intero processo di diagnosi e cura del paziente.

Muovendosi in quest’ottica, le aziende farmaceutiche si indirizzeranno sempre più verso la medicina personalizzata, risultato che sarà possibile attraverso una maggiore integrazione fra genomica e big data.

Le imprese saranno sempre più human-centred, offrendo ai pazienti non solo un farmaco, ma soluzioni integrate e servizi che li supportino durante tutto l’arco della vita e ne migliorino la qualità. E sotto questo profilo le alleanze con la filiera della robotica, della fisica e dell’ingegneria biomedica assumeranno un’importanza sempre crescente.
Nei prossimi tre anni, la quasi totalità delle imprese farmaceutiche prevedono di rinnovare gli impianti, e una buona percentuale di esse ha in programma sia di sviluppare dei software di gestione integrata della fabbrica, sia di applicare modelli di logistica intelligente.

Le attività di additive manufacturing, come ad esempio la stampa 3D o la prototipizzazione virtuale, rientrano nei piani solamente per una limitata minoranza di aziende farmaceutiche (25%). Tuttavia, tale dato rappresenta un risultato incoraggiante in quanto ad oggi, quasi nessuna delle imprese del farmaco ha ancora provveduto ad implementare questo tipo di innovazioni.

La rivoluzione digitale quindi promette di stravolgere i tradizionali modelli di business che l’industria farmaceutica ha adottato fino ad oggi.

Una prima parte di questa rivoluzione è già in atto, ma anche ai vertici della industry appare chiaro che occorre allentare anche di poco la tradizionale cautela nei confronti delle innovazioni che caratterizza l’industria del farmaco. Solo così sarà possibile permettere il progresso della tecnologia digitale nel pharma e offrire nuove opportunità di crescita alle aziende del settore.

E Berlino, di nuovo, si trova al centro di questa rivoluzione technologica e ospite nelle prossime settimane un evento di ecceszione: nella spettacolare cornice di AXICA (https://www.axica.de/en), a pochi passi dalla Porta di Brandeburgo, Frontiers Health 2017 (https://www.frontiershealth.co/) dal 16 al 17 di Novembre si prepara ad essere l’evento europeo sull’innovazione nel campo della salute.

Un grande momento di confronto tra i più importanti esponenti italiani della digital health e le startup internazionali più promettenti dell’area salute. Il 16 Novemebre Roberto Ascione, Ceo di Healthware International e Chairman di Frontiers Health Berlino, condividerà la propria visione sul futuro digital della salute.


Chi sono?

Sono Marco Giannecchini. Da circa 30 anni collaboro da Berlino come direttore medico-europeo, responsabile di progetti medico-scientifici nel settore della ricerca neurologica, al servizio di diverse industrie farmaceutiche multinazionali.
La mia passione per le scienze neurologiche, applicata al miglioramento della propria prestazione e alla crescita personale, la mia esperienza a Berlino e molteplici progetti di change management internazionali, mi hanno portato ad elaborare una serie di strategie e di tools mentali, che metto a disposizione dei miei clienti, come Job &Executives Coach.

I miei clienti sono sia aziende, che vogliono aumentare la motivazione e la prestazione del personale aziendale, rinnovandosi per esempio con progetti innovativi, che clienti privati, con consulenze su come scoprire la propria vocazione e impostare un percorso di carriera professionale attinente a ció che si ami fare veramente in Germania.

Con le mie nozioni nel campo delle neuroscienze e sulla base della mia esperienza posso aiutare anche te a….

  • farti scoprire la tua vocazione e a come reinventarti, vivendo e lavorando in Germania
  • scoprire le tue potenzialitá mentali, migliorando la maniera di gestire i problemi, creando in pratica una migliore versione di te, piú autonoma, capace di accettare le sfide del cambiamento, facendo scelte che ti portano giorno giorno sempre piú in avanti, sul tuo percorso di autorealizazione personale e professionale
  • gestire momenti della tua vita in cui vivi il RIFIUTO e la FRUSTAZIONE, per gestirli in maniera utile e poi alla fine avere successo.

Se sei interessato alla mia consulenza, mi puoi contattare scrivendomi una email a giannecchinimarco@googlemail.com.

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*