Immigrazione: le due facce della stessa medaglia.

L’ immigrazione, fenomeno tristemente noto ed in deciso aumento nel nostro paese, fin dall’antichità, ha influenzato la politica e l’economia dei popoli. Negli ultimissimi anni, non trascorre quasi un giorno, senza che, disperati che non hanno nulla da perdere, provenienti soprattutto dal Nord Africa, sbarchino (se riescono, ma talvolta naufragano drammaticamente!), dopo aver viaggiato in modo precario e sopportando fatiche bestiali. Sognano un lavoro, una vita migliore che ormai non c’è più nemmeno da noi. Crisi, fallimenti di attività, mancanza di lavoro, hanno reso tutto molto incerto in Italia come anche in mezza Europa. Così gli Italiani si sono “spaccati” in due: da un lato, ci sono coloro che vorrebbero che i clandestini venissero rimandati nei loro paesi d’origine, altri, vorrebbero che fossero trattenuti nei centri d’accoglienza e dare loro assistenza e sostegno. Purtroppo ancora non abbiamo leggi veramente adeguate per questo fenomeno! Siamo diffidenti rispetto all’immigrato, suffragati anche da numerosi fatti di cronaca recente che parla di scippi, furti, incidenti stradali e morti a causa loro, che non aiutano in alcun modo, a farci un’idea migliore, rendendoci sempre più diffidenti ed, in estremo, xenofobi, nei loro confronti. Senza voler giustificare o, tantomeno, approvare queste forme di intolleranza (lungi da me!!!) e razzismo, credo si sia raggiunto il culmine dell’insofferenza! Il lavoro, la casa che mancano e la soglia di povertà che ha tristemente raggiunto moltissimi italiani, uniti “all’aria” di strafottenza che, purtroppo, questi stranieri, alle volte, portano con sè, provocano spesso episodi violenti, inaccettabili.

“Homo homini lupus””  si recitava in antichità! Penso che più che mai, oggi, questo adagio sia drammaticamente attuale! In un mondo in cui la globalizzazione è considerata di vitale importanza, dobbiamo imparare a convivere e conoscere le diversità, coglierne le occasioni ed integrarle nel nostro sistema, nel rispetto e nella salvaguardia del prossimo, pur restituendo l’ Italia agli Italiani!

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*