La Felicità? Ve la do io.

Alessandra Hropic, laureata in Legge con la vocazione per il sociale, è l'autrice di questo splendido libro, attraverso il quale dimostra che la Felicità....è possibile!

Felicità. Una parola magnifica! Già il ‘suono’ fa pensare positivo…evoca belle speranze!  Certo, in questo tempo, neanche troppo roseo, sembra quasi una cosa ardua, difficile, complicata, se non impossibile da raggiungere. Eppure, a ben pensare, basterebbe poco per sentirsi felici! Un tramonto, un fiore, la natura, un amico, il ‘profumo’ di un bimbo, un piccolo ‘peloso’ che ci scondinzola dietro, un caffè al mattino, un sorriso, l’amore…Questioni di prospettive!

Io penso che la vita, nonostante tutto, vada goduta in pieno…non ci verrà donata una seconda volta! Deve pensarla sicuramente così anche Alessandra Hropic, l’autrice che ho incontrato per voi, che della Felicità ha fatto il suo ‘stile di vita’, un vessillo, traendone anzi spunto per il suo libro, quasi un decalogo, “La Felicità? Ve la do io”. Molto bello davvero, parla di positività, di storie significative, divertenti ed irriverenti, storie di tante persone incontrate e conosciute dall’autrice, persone felici, altre apparentemente felici, alcune totalmente infelici.
Alessandra Hropic, curiosando e dialogando sin da adolescente con una quantità sterminata di persone, ha voluto mettere nero su bianco tutte quelle esperienze utili per capire dove risieda la felicità, chi veramente la cerca e chi, al contrario, la allontana. Perché va detto, il libro racconta anche episodi di persone abili nel complicarsi la vita, spesso consapevoli di farlo o totalmente incoscienti. E’ un libro, questo, che mette in discussione fatti ed atteggiamenti di tutti noi, senza risparmiare nessuno.
Al termine di ogni capitolo, vi sono diversi consigli che indicano dove sbagliano i protagonisti delle storie e cosa dovrebbero fare i lettori per evitare di cadere nelle stesse situazioni. Fatti raccontati con ironia, anche quando i casi sono davvero patetici, perché in fondo é cosa nota che, facendo sorridere, si possono dire molte più cose. Nelle storie raccontate, molti lettori si riconosceranno di certo, perché le vicende narrate sono comuni come gli errori. L’obiettivo di questo libro é quello di consigliare tutti su come si possa vivere da protagonisti la propria felicità e non da spettatori, di quella altrui.

L’ autentica felicità, in fondo, non è quella che immaginiamo leggendo o vedendo i personaggi vip sui giornali o in tv. Piuttosto una felicità illusoria che dura anche poco, perché fatta di apparenza, lasciando l’amaro in bocca. Non esistono modelli prestabiliti per vivere bene e felici, basta partire dal binario giusto nelle circostanze più importanti della vita.

Chi lo dice che un personaggio famoso sia sempre allegro e senza problemi?

Alessandra racconta come cercano la felicità gli altri e il motivo per cui, spesso, non la trovino, e di come lei stessa l’abbia raggiunta.

Ma meglio sia l’autrice a parlarcene….

Ci parli di lei.
“Sono una laureata in legge con la vocazione per il sociale. Da sempre mi sono occupata dei problemi della società, sia come volontaria che per lavoro.”

La Felicità? Ve la do io…
“Da sempre sono vista come modello di vita, sia per la serenità che la gente legge nel mio modo di essere che nella mia gioia che riesco a trasmettere agli altri, anche con i miei consigli e non solo.”

La Felicità é fatta di momenti?
“Assolutamente no, i momenti belli e felici non possono essere occasioni rare, altrimenti diventano attimi fuggenti. La felicità deve esserci molto più spesso di rari momenti.”

Cos’é la Felicità per lei?
“La Felicità é benessere interiore, gioia di compiere anche le azioni più semplici, gioia creativa, sentirsi unici ed indispensabili, vivere pienamente la vita, senza rimorsi.”

Quali persone ha incontrato per scrivere questo libro?
“Ho incontrato tutti i tipi di persone, persone molto ricche, con ruoli importanti e semplici persone: disperate, persone dalla condotta raccapricciante, uomini ridicoli da scriverci, non un libro ma un’ enciclopedia. Ho conosciuto un’ infinità di persone da poterne parlare a lungo.”

Lei dice che alcuni si complicano la vita, penso moltissimi.
“É vero, la gente sa fare alcune cose molto bene, il complicarsi la vita, é tra queste. Sembra che le cose semplici non diano garanzia di felicità.”

Lei si reputa felice?
“Si mi sento felice perché vivo la mia vita, piena di impegni e progetti. Non tutti si realizzano ma, il far progetti é già segno di credere nella vita che va vissuta pienamente.”

Ha lottato per arrivare a questo ‘stato’ felice?
“Non ho mai lottato per essere felice, lotto solo ogni giorno contro quelle persone che non vorrebbero vedermi felice e sono la stragrande maggioranza. Perché l’ umanità, non rendendosi conto di poter essere ugualmente felice, passa all’ attacco di chi vive con gioia. Lotto ogni giorno, più volte al giorno contro questa umanità cieca che non sa vedere le sue potenzialità.”

Concludendo?
“Un libro per tutti perché tutti fraintendono l’ argomento felicità. Ritenendolo qualcosa che si avvera solo con un colpo di fortuna, con una vincita al Superenalotto o con una vita da ricchi. La Felicità, per queste persone, si identifica con il denaro ma, se lo ottenessero, sono certa, che saprebbero vivere da infelici ugualmente.”

Per info sul libro

http://www.youcanprint.it/youcanprint-libreria/manualistica/la-felicita-ve-la-do-io-ebook.html

Sent from Libero Mobile

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*