La “Lince” conquista due volte la capitale.

Grande successo a Roma per il nuovo giallo di Niky Marcelli.

ROBERTA BETA, NATALIA SIMONOVA, NIKY MARCELLI, FEDERICA PANSADORO, ADRIANA SOARES

Grande successo a Roma per “La Strega Spiaggiata”, il nuovo giallo dello scrittore Niky Marcelli, che ha costretto l’editore Santelli e l’agente letterario Marilena Brassotti Ziello ad organizzare due presentazioni in meno di un mese.

Dopo l’exploit del 19 Settembre alla Libreria Mondadori di via Piave, il 10 Ottobre si è replicato da Libri&Bar Pallotta a Ponte Milvio, uno dei fulcri della movida romana.

“La Strega Spiaggiata” è la prima avventura della detective cesenaticense Anna Bonoli, detta “La Lince”, nuovo intrigante personaggio creato dalla fervida immaginazione di Marcelli che, dopo la saga de “La Contessa Rossa” – di cui sta scrivendo la terza avventura e che è in predicato di diventare una fiction televisiva – ha deciso di tornare ad indossare i panni del giallista.

Accanto a lui, come sempre, la giornalista Roberta Beta, sua grande amica e “madrina” ufficiale di tutti i suoi libri, mentre i personaggi de “La Strega Spiaggiata” hanno avuto la voce del carismatico attore Vincenzo Bocciarelli, in procinto di partire per Montecarlo dove presenterà la Settimana della Lingua Italiana.

Molti gli amici che sono venuti a festeggiare la nascita della Lince, tra cui le giornaliste Antonietta di Vizia, Rossella Smiraglia e Federica Pansadoro, il regista Pier Francesco Campanella, gli artisti Camilla Ancilotto, Michele Lostia e Adriana Soares a sua volta in procinto di dare alle stampe il suo quarto libro; la scrittrice Carla Vistarini, con due best sellers all’attivo e autrice di alcune tra le più grandi canzoni della storia della musica italiana; la attrici Cinzia Leone, amica di Niky da tutta la vita, e Natalia Simonova.

Alla fine delle serate, brindisi con spumante italiano e le torte di mele dello chef Stefano Crialesi, il tutto in stoviglie rigorosamente compostabili per non irritare Greta Thumberg.

Foto: Monica Palermo

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*