“La ragazza nella valigia”.

Dal 9 al 14 Aprile 2019 a Roma presso il Teatro Petrolini di Via Rubattino è andata in scena una mini rassegna personale di Salvatore Scirè con il corto teatrale inedito scritto appositamente per la rassegna Schegge d'Autore 2018.

“La ragazza nella valigia” è un corto teatrale inedito, scritto appositamente per la rassegna Schegge d’Autore. La storia si ispira molto liberamente a un recente, tragico fatto di cronaca. Una valigia abbandonata, forse piena, o forse vuota, viene rinvenuta ai bordi di un viottolo di campagna; ma come per incanto, ecco apparire una ragazza, che in modo assolutamente surreale racconta la sua drammatica storia alle persone che incontra. E chi sono costoro? In un clima di mistero si sviluppa la narrazione drammaturgica, con accenti a volte forti, a volte pervasi da dolce romanticismo.

Alle volte capita che un Autore, solitamente avvezzo al genere comico-brillante, abbia la voglia di esplorare nuove dimensioni emozionali. E così decide di affrontare tematiche drammatiche, magari ispirate dalla cronaca o da personaggi storici, oppure da figure che aleggiano nell’immaginario collettivo.

Curiosamente, l’amore in qualche modo è sempre presente, nel bene e nel male. Nascono così dei corti che appassionano ed emozionano lo spettatore. E l’Autore scopre di trovarsi a suo agio anche in queste “tonalità” narrative per lui insolite.

Un atto unico che va in scena per la prima volta, dopo essere stato presentato a Schegge d’Autore 2018. Una storia vagamente ispirata da fatti di cronaca nera, ma raccontata in una chiave di lettura sociologica, in cui i singoli personaggi assumono una valenza cosmica, diventando archetipi dell’umanità.

In definitiva, uno spettacolo che emoziona, sempre e comunque, lasciando il segno e lanciando comunque un barlume di speranza.

Un lavoro ben fatto, sia come autore che da regista, di Salvatore Scirè. Con “La Ragazza Nella Valigia”, si è cimentato in nuove dimensioni emozionali, così da affrontare alcune tematiche drammatiche. Grande successo da tutto il pubblico.

In scena (in ordine alfabetico):
Antonella Arduini
Adolfo Bianchi Whites
Maria Cristina Capogrosso
Federica Di Girolamo
Nicola Di Lernia
Alberto Franco
Silvia Notari
Laura Ranghi
Matilde Tursi

Foto: Luigi Giordani

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*