La ricerca della felicità…

…prendendo spunto da un noto quanto stupendo film di Gabriele Muccino, interpretato da Will Smith, vorrei cercare di spiegare cosa sia, nel mondo moderno, la vera felicità. Una reale possibilità o una chimera? La felicità è la base della nostra società, comparendo in varie Costituzioni moderne. Tra tutte, spicca la Dichiarazione d’ Indipendenza degli Stati Uniti, redatta da Thomas Jefferson nel 1776, dove trattò di diritto alla vita, alla libertà e alla ricerca della felicità. La nostra Costituzione (articolo 3) si riferisce alla felicità come “il pieno sviluppo della persona umana” .  Poi c’è stato il boom degli Anni 60, l’urbanizzazione…Se ne deduce che, in ciascuno di noi, vi è una propensione ad inseguirla, volerla, ognuno nei modi e nelle cose che più appagano. Ma, ciononostante, non è dovuta!

Analizziamo cos’è la felicità!  Il Dizionario della lingua Italiana la descrive come una condizione di gioia e di soddisfazione. Uno degli elementi chiave è la sua soggettività, ciascuno la raggiunge nei modi ed in tempi differenti. Nel passato il poeta Pascoli, la ricercava nella famiglia di origine e, soprattutto, nel “fanciullino” che è in ciascuno di noi, D’ Annunzio, la trovava nel piacere dei sensi. Di Leopardiana memoria “La quiete dopo la tempesta”. Ma la definizione di piacere, parte in tempi ben più remoti, e, precisamente, nell’ antica Grecia, con il filosofo Epicuro ( 341- 271 a. C.) , per il quale, il piacere si divideva in due categorie: il piacere dinamico, legato ai sensi, ed il piacere istantaneo, che, una volta passato, lascia un senso di vuoto e di insoddisfazione e non conduce alla felicità.

Concludendo…la felicità è un soddisfacimento dei propri bisogni e ciascuno di noi la sogna, la rincorre, la desidera…La felicità, forse, è un attimo, un soffio di vento, una breve parentesi nel cammino di vita! Quale che sia, godiamocela e……a ciascuno, la sua!

 

“Quando siete felici guardate nella profondità del vostro cuore e scoprirete che ciò che ora vi sta dando gioia è soltanto ciò che prima vi ha dato dispiacere.

Quando siete addolorati guardate nuovamente nel vostro cuore e vedrete che in verità voi state piangendo per ciò che prima era la vostra delizia.”

( Kahil Gibran)

1 Commento su La ricerca della felicità…

  1. Grazie mille dell’articolo, illuminante! http://cresceresognare.blogspot.com

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*