La serie televisiva “La porta rossa” debutta su Rai 2 dal 22 Febbraio 2017.

Ideata da Carlo Lucarelli e Giampiero Rigosi e diretta da Carmine Elia, la fiction propone un racconto multigenere che mescola le dinamiche del thriller a elementi propriamente mystery.

Al centro della trama c’è la figura del commissario Leonardo Cagliostro (Lino Guanciale), assassinato nel corso di un’operazione. Prima di abbandonare la dimensione terrena, il protagonista è intento a svolgere un’ultima missione mosso dal sentimento d’amore verso sua moglie Anna (Gabriella Pession). Ritrovatosi in una condizione fantasmatica, il personaggio scopre che l’unico modo per comunicare con i vivi è attraverso una giovane ragazza, Vanessa (Valentina Romani), la quale scopre di possedere la capacità di comunicare con i morti.

Lino Guanciale ci ha detto: “Una sceneggiatura nel suo complesso di quelle che molto raramente ti capitano.”

Gabriella Pession: “Quando Carmine mi chiamò per parlarmi di questo progetto aveva un titolo che mi piaceva di meno. Si chiamava “La verità di Anna”, un titolo che io sono felice che sia stato cambiato perché “La porta rossa” credo che abbia una magia e sia più giusto. Il motivo per cui si chiamava così è perché si racconta una storia attraverso questa moglie che perde il marito e la perdita viene raccontata in maniera intima, interiore, molto drammatica e molto scevra da toni melodrammatici o da una cifra narrativa che abbiamo visto molte volte in tv.”

Valentina Romani: “Quando ho avuto la sceneggiatura in mano un po’ ero impaurita, mi trovavo veramente di fronte a qualcosa di molto grande e di grande valore. Da lì però, con l’entusiasmo dei miei colleghi, quando abbiamo fatto le letture tutti insieme, ho capito che non potevo farmi vincere dalla paura ma vincere io sulla paura e mi sono rimboccata le maniche. ‘La porta rossa’ è un thriller sovrannaturale, qualcosa di nuovo per la nostra tv. Per me è stato impegnativo. Difficile da girare; spesso recitavo da sola, perché mi rivolgevo allo “spirito” del poliziotto ucciso. La mia Vanessa si spaventa quando scopre di essere una medium. Nel corso della serie però impara a gestire il suo potere. Sa che il commissario si è affidato a lei per scoprire l’assassino e salvare la moglie, Gabriella Pession. Solo quando sarà in pace con se stesso potrà varcare “la porta rossa” e andarsene per sempre dal mondo dei vivi.”

E nel cast di questa coproduzione Rai Fiction – Velafilm non spiccano solo Lino Guanciale, Gabriella Pession e Valentina Romani ma anche Antonio Gerardi, Fausto Sciarappa, Elena Radonicich, Ettore Bassi, Gaetano Bruno, Cecilia Dazzi e Alessia Barela.

Foto: Luigi Giordani

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*