La veneta Barbara Zorzi vince l’Oro all’Openawards internazionale 2019 come migliore agenzia per il marketing e la comunicazione integrata.

Il Premio, che si è svolto, Sabato 23 Novembre, nelle sale del Consolato di Francia a Napoli dell’Istitut Français “Grenoble”, è l'unico riconosciuto con valenza istituzionale.

Barabara Zorzi con il presidente di OpenArtAward Federico Donatelli - Ph.: Ilaria Ferraro

Sono state le sale del Consolato di Francia a Napoli dell’Istitut Français “Grenoble”, un palazzo dell’800 nel centro storico di Napoli, ad ospitare, Sabato 23 Novembre 2019, la serata finale di OpenartAward Internazionale 2019 – Premio alla Pubblicità, concorso nazionale riservato alle aziende nazionali ed europee, che si sono contraddistinte nel settore della comunicazione e del marketing.

Anche quest’anno, per l’ottava volta, è stata l’attrice Kiara Tomaselli (interprete, tra gli altri, nella scorsa stagione, del pluripremiato film “l’Esodo”) a condurre la serata.

Il Premio è tra l’ altro l’ unico riconosciuto con valenza istituzionale.

Negli anni ha ottenuto i patrocini della Commissione Europea, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dello Sviluppo Economico, Regione Campania, Comune di Napoli, Camera di Commercio, UNA (Aziende della comunicazione unite), ed è stato insignito dalla medaglia del Presidente della Repubblica nel 2014.

“Creare un premio alla pubblicità – sottolineano gli organizzatori Federico Donatelli e Mariella Fittipaldi – in cui s’invitano le agenzie ad iscrivere i propri artworks accompagnati da schede che ne descrivessero tecniche e percorsi realizzativi, e sottoporre alla giuria questi lavori per valutarne l’efficacia comunicativa, grafica, estetica e realizzativa, è stata l’idea vincente che ha reso in pochi anni OpenartAward il premio più qualificato con il più alto numero di partecipanti tra le manifestazioni nazionali dedicate alla comunicazione pubblicitaria”.

Infatti, a quest’ottava edizione hanno aderito 144 agenzie, con ben 1.098 artwards iscritti.

Barbara Zorzi, amica di noi di LF MAGAZINE (leggi anche l’intervista del Febbraio 2019 http://www.lfmagazine.it/ritratto-di-barbara-zorzi/ ) ha vinto nella categoria più difficile, perché raggruppa quasi tutte le quattordici categorie a concorso.

Categoria: Marketing e Comunicazione Integrata con un progetto di comunicazione e di Marketing Integrato e con promozione su media a scala nazionale per un azienda di Castelfranco Veneto Treviso “CT CADDY TRUNK”.

La giuria ha definito artward: “Un progetto di comunicazione integrata impegnativo che si occupa di promuovere un’ azienda partendo dall’immagine coordinata fino ad arrivare alla realizzazione di uno spot video. L’immagine è ben costruita, esplicativa e coerente su tutti i media (veramente tantissimi) utilizzati nella promozione”.

A Febbraio 2020 “Barbara Zorzi Communication & Marketing” raggiunge quota 28 anni di attività, una carriera non indifferente con un portfolio clienti di tutto rispetto e con campagne No Profit per Associazioni Onlus italiane ed estere, nel Sociale da 15 anni, la sua scelta delle Onlus ricade sempre dove c’è la presenza di bambini e ragazzi con le più svariate  problematiche. Dalla seconda metà di quest’anno ha iniziato con l’ “Aiutismo” Associazione Italiana Onlus sindrome autistica.

Pochi anni dopo la perdita improvvisa del padre e da un infortunio del figlio che rischia la vita, decide e inizia a mettersi in gioco, dal 2016 la Zorzi è sempre sul podio (Mediastars Premio Italiano nel 2016 Stella categoria No profit copy e stampa, nel 2017 Argento categoria No profit OpenartAward Internazionale nel 2018 doppietta con due argenti categoria No profit e categoria Comunicazione e Marketing Integrato OpenArtAward Internazionale e quest’anno Oro) un inno alla vita, al suo lavoro che è da sempre una passione sviscerata, un premio da dedicare a chi lei ama.

Ricordando lo scorso Sabato Barbara esordisce dicendo: “Il mio cuore batteva come un tamburo quando hanno annunciato e premiato il terzo posto e poi il secondo. E poi, quando ho visto scorrere nel maxi schermo il mio logo, il progetto e sentito il mio nome come prima classificata, beh, lì si è fermato per secondi interminabili! Diciamo che ho rivisto tutta la mia vita professionale, tutti quanti i miei sacrifici, la mia gavetta, la mia grande voglia di mettermi sempre alla prova e in discussione, oltre che il vivo desiderio di dare il meglio e di far raggiungere sempre i traguardi ai miei clienti. Ho rivisto la mia famiglia, mio figlio Niccolò (che con successo segue le orme della madre, ndr), ho rivisto mio papà che sempre mi ha sostenuta e insegnato a rialzarmi ogniqualvolta cadevo, i valori della vita e che sempre mi diceva che l’umiltà e il rispetto per sè stessi e per il prossimo ripagano nel tempo. Lui è stato il mio punto di riferimento. Lui che tanto ha dato senza riserva. Con  questi ricordi sono salita sul palco, a ritirare il premio, il mio e il loro ORO, vibravo come una foglia al vento.

Dedico questo premio a Lui, Iles Zorzi, a mia mamma Malvina che io definisco una guerriera, a mio fratello Marco e a mio figlio, il mio amatissimo Niccolò, che ha iniziato fin da subito a lottare per la vita nel vero senso della parola, che oggi mi sta dando molte soddisfazioni. 

Non posso però non dedicare parte del mio premio anche a tutti i miei clienti, al mio team e al mio comune, ai miei concittadini che, con tanto affetto e con tanto calore, mi hanno accolto al mio rientro da Napoli, a tutta l’Amministrazione Comunale di S. Giustina in Colle, Comune dove non solo vivo, ma dove ha anche sede la mia agenzia. 

E infine dedico questo oro anche un pochino a me. Sì, me lo auto dedico:  “Credo di meritarlo tutto!”

Foto: Ilaria Ferraro

Barbara Zorzi
Ph.: Ilaria Ferraro

 

1 Commento su La veneta Barbara Zorzi vince l’Oro all’Openawards internazionale 2019 come migliore agenzia per il marketing e la comunicazione integrata.

  1. Floriana morelli // 3 Dicembre 2019 a 23:06 // Rispondi

    Sei un fenomeno

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*