“L’amore brucia come zolfo” di Lucia Maria Collerone: una struggente storia di passione e di perdita nella Sicilia di fine ‘800.

Il romanzo racconta, con lucidità, come la vita non risparmi mai nessuno: nelle evidenti contraddizioni che risiedono nell’ambiente in cui si muovono i personaggi, si mostra come il dolore sia un disagio di tutti, una colpa da espiare tanto in una fredda baracca quanto in una lussuosa dimora.

Lucia Maria Collerone

La città di Caltanissetta è lo scenario in cui si muovono i tragici protagonisti del romanzo “L’amore brucia come zolfo” di Lucia Maria Collerone.

Cecilia, Ferdinando, Bartolo e Santa sono personaggi che per intensità di caratterizzazione riescono ad arrivare al cuore del lettore, scuotendolo nel profondo. Cecilia, in particolare, è una protagonista straordinaria, che si consegna anima e corpo e che si mostra nella sua fragilità e nella sua forza, senza timore di far vedere le proprie contraddizioni, le proprie zone d’ombra. Definita nel romanzo, una piccola fiamma, una principessa sveva, la giovane assume in sé la tragicità dell’essere parte di una famiglia di miserabili e la regalità del suo aspetto. È infatti una ragazza molto bella, dai lunghi capelli rossi e dagli occhi verdi pieni di vita, un essere luminoso che spera nel riscatto da un’esistenza dura e dolorosa. Le privazioni, la fame e la fatica non intaccano lo spirito di Cecilia, e la sua gioia di vivere si contrappone alla rassegnazione del padre Bartolo, un uomo trasformato in diavolo dal lavoro disumano nelle miniere di zolfo. La madre Santa con la sua pazienza, con le sue attente cure nei confronti dell’uomo cerca di “addomesticare” il suo dolore, di ripulirlo dal nero della morte che lo ricopre finito il suo turno alla miniera, per farlo tornare ad essere il suo angelo biondo. Una cura giornaliera che sembra voler allontanare l’ombra del destino che si allunga sempre più minacciosa sulla loro famiglia, un gesto rituale di pulizia che più che dallo sporco materiale vuole liberarsi da quell’oscurità radicata nelle loro anime.

Il romanzo racconta, con lucidità, come la vita non risparmi mai nessuno: nelle evidenti contraddizioni che risiedono nell’ambiente in cui si muovono i personaggi, dove i nobili vivono fianco a fianco con i poveri, si mostra come invece il dolore sia un disagio di tutti, una colpa da espiare tanto in una fredda baracca quanto in una lussuosa dimora. Cecilia cresce, e abbandonati i travagli famigliari entra nel mondo dell’amore con il Barone Ferdinando, un uomo che riuscirà ad amarla e proteggerla, e che le darà tutto ciò che la vita le ha tolto. Ma il destino è sempre in agguato, e con alcuni sembra essere più accanito: l’uomo che tanto la ama è anche colui che sarà in parte responsabile della sua caduta. Amore e sofferenza vanno spesso a braccetto, e il loro incontro crea storie che appassionano, che feriscono, e che non si possono dimenticare.

A cura di Lucia Maria Collerone

 

Titolo: L’amore brucia come zolfo

Autore: Lucia Maria Collerone

Genere: Romanzo storico/di formazione

Casa Editrice: WriteUp Site

Collana: #partenogenesi

Pagine: 208

Codice ISBN: 978-88-85629-36-3

 

 

Contatti

https://www.luciamariacollerone.it/

https://www.liberamenteimparo.it/lucia-maria-collerone

https://www.instagram.com/luciamariacollerone/

https://www.facebook.com/luciamariacolleroneofficial/

https://www.youtube.com/channel/UCAS26LkCf1BNjrdAxUzTAag

http://www.writeupsite.com/

https://www.youtube.com/watch?v=YrBElPzh1AA

https://www.amazon.it/Lamore-brucia-zolfo-Lucia-Collerone/dp/1521380422

https://www.luciamariacollerone.it/prodotto/amore-brucia-come-zolfo/

 

 

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*