“Le Giovanneidi”, pubblicato il secondo libro intitolato “Il mistero di Malasar”.

Scritto con lo stile di un cantore medievale, questo secondo libro, dal titolo “Il mistero di Malasar”, riprende le avventure lasciate in sospeso nel primo capitolo “La cintura della potenza”, svelando i misteri e le tante curiosità che non sono state sciolte precedentemente.

Sono passati all’incirca cinque anni dalla pubblicazione del primo capitolo de Le Giovanneidi (Kimerik Edizioni), il romanzo storico-fantastico di Gandolfo Quercia, pseudonimo di Giovanni Dormicchi.

Le motivazioni di un lasso di tempo così ampio da una pubblicazione e l’altra ce le fornisce l’autore stesso nel suo controproemio, nel quale dice di aver dovuto lottare e vincere la prigrizia e l’ozio: “Scusate tutti per la mia lunga assenza. Però io, Giovannese narratore, se son quì a parlarvi, significa che son riuscito a vincer su quel che definisco il distrattor per eccellenza: l’arcano spettro della devastante pigrizia”.

Scritto con lo stile di un cantore medievale, questo secondo libro, dal titolo “Il mistero di Malasar”, riprende le avventure lasciate in sospeso nel primo capitolo “La cintura della potenza”, svelando i misteri e le tante curiosità che non sono state sciolte precedentemente.

Alla base della narrazione ci sono dei principi cardine che l’autore tiene a sottolineare. Su tutte, spicca il valore dell’amicizia, senza di essa il protagonista potrebbe fare poco o niente e anche lo stesso autore, infatti scrive “Comunque il deglutir di bevande afrodisiache e i sorprendenti incontri con i miei carissimi amici mi hanno ridato lo slancio necessario per ricominciare”.

L’autore però attribuisce al suo protagonista altri valori importanti, come l’ospitalità e l’accoglienza, infatti il protagonista e i suoi amici, nel corso della storia, vengono sempre accolti con tutti gli onori, ricevendo anche doni che li aiutano a superare le difficoltà. Altro valore importante ed estremamente attuale è la tolleranza, soprattutto verso le culture differenti dalla propria, con le quali il protagonista entra in contatto nel corso del suo viaggio. Ancora l’esaltazione dell’amore per la propria terra di origine, con tutto ciò che le concerne, natura e opera dell’uomo. Scopo dell’eroe di questa storia è portare nelle terre che attraversa, il senso di libertà, giustizia e fratellanza. Certo, Giovannese non è l’eroe perfetto, la sua giovane età lo fa incorrere in errori di varia natura, ma la sua intraprendenza, la convinzione nei suoi ideali, gli conferiranno, insieme al grande cuore che ha, la forza necessaria per raggiungere i suoi obiettivi.

Il bene vince sul male, questa è la morale, che può apparire banale, ma che invece restituisce al lettore la speranza e nuovi slanci.

Giovanni Dormicchi, o meglio, Gandolfo Quercia, è un giovane marchigiano pieno di entusiasmo e di intraprendenza. Grande appassionato di calcio, ha raggiunto un record di visualizzazioni su YouTube, durante i mondiali di calcio di Russia 2018, con una canzone da lui composta, World Cup, con la quale ha mosso la sua sottile critica e il suo rammarico per la mancata qualificazione della Nazionale italiana al Campionato mondiale.

Tra re, animali, paesaggi e fantasmi, non ci resta che immergerci nelle Giovanneidi, la storia di un giovane narratore.

 

Contatti

https://www.facebook.com/QuerciaGandolfo/

https://www.instagram.com/giovodromo/

https://www.kimerik.it/Home.asp

 

Booktrailer Le Giovanneidi. Giovanni e la terra delle sei pietre – Libro I: La cintura della potenza

https://www.youtube.com/watch?v=shuHQh0qyRo

 

Link di vendita

https://www.amazon.it/Giovanneidi-Giovanni-pietre-cintura-potenza/dp/8868845180

https://www.amazon.it/Giovanneidi-Giovanni-terra-delle-pietre/dp/885516032X/ref=tmm_pap_swatch_0?_encoding=UTF8&qid=&sr=

https://www.kimerik.it/SchedaProdotto.asp?Id=3395

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*