“Lilith. L’origine del mondo”.

Uno spettacolo che descrive la donna in molteplici sfaccettature che portano lo spettatore a scoprire l’anima femminile, è il nucleo a cui attingere la propria forza e il proprio potere, è il fulcro interiore da cui sgorga la vita vera, la passione, la creatività.

Mercoledì 10 Aprile al Teatro Tor Bella Monaca è stato rappresentato “Lilith… L’origine del mondo”. Lo spettacolo, prodotto da Vigormusic e da numerose associazioni contro ogni forma di violenza sulle donne, devolverà parte dell’incasso in beneficenza.

La Conferenza, sotto forma di talk – incontro con il pubblico e la stampa, è stata l’occasione per presentare, in modo originale, lo spettacolo teatrale che da Settembre debutterà a Roma, per poi andare in scena in numerosi teatri di tutta Italia.

Tema fondamentale della conferenza il valore della Donna, sempre generatrice di cultura dell’uomo, creatività, intraprendenza, progettualità, cambiamento, rinascita, divenendo appunto “Lilith…L’origine del mondo”, perché ogni donna sa “ricominciare da sé” nonostante i problemi e le difficoltà odierne di affermazione, maschilismo, isolamento, ogni forma di violenza, (da quella domestica, al femminicidio) e con le crisi di valori e socio-economica.

Moderatrice della Conferenza Teatrale, è stata Ketty Carraffa, Opinionista tv e autrice del Progetto di sensibilizzazione contro ogni forma di violenza: “Le donne, acqua nel deserto”, che ha introdotto gli ospiti e le interviste, con la sua cover di “Gracias a la vida”, sigla del suo Progetto, dal 2015.
Questi i nomi dei relatori: l’’Onorevole Luisa Capitanio Santolini, il Professor Umberto Puato, Presidente Culturambiente, l’Avv. Penalista Marco Chindamo, l’Avv. Civilista Barbara Empler, la Presidente regionale CIF Marita Cagni, la Dottoressa Chirurgo Estetico Raffaella Garofalo, la Presidente dell’Associazione Messicana “Orchidea Latina” Cecilia Salaices, la Presidente dell’Associazione Peruviana “Corazon Latino”, Haydi Gutierrez, il Generale Franco Federici, la Polizia di Stato e la Federcasalinghe. Sarà presente l’artista pittore, Armando Jossa.

Lo spettacolo “Lilith… L’origine del mondo” nasce dall’incontro e dall’intesa artistica di: Donatella Cotesta, Cecilia Salaices, Fiorella Mancini e Ketty Carraffa, che danno vita ad una partitura teatrale, letteraria, canora e danzante, che descrive la donna mettendone in luce molteplici sfaccettature e scoprendo a fondo l’anima femminile che è l’essenza delle Donne, lo scrigno prezioso da cui attingere la propria forza ed il proprio “potere benefico”, il fulcro interiore da cui sgorgano la vita vera, la passione e la creatività.

Prima del talk, sono state portate in scena parti dello spettacolo “ Lilith… L’origine del mondo” a cura di Donatella Cotesta – (attrice), che interpreterà “Storia di Sara”, tratta da “Le donne, acqua nel deserto” di K.C. Cecilia Salaisesha letto una poesia di Ana Maria Serna, tratta da: “Antes que el amor me mate”.

Gli artisti si muovono ed usano un linguaggio popolare e dialettale coadiuvato da quello corporeo, una fusione che porta lo spettatore a vivere momenti di drammatica realtà alleggeriti da audace e spontanea ironia. Secondo l’autrice l’idea di concepire la donna come sesso debole comincia a stare stretta alla donna stessa. La donna è anche colei che approfitta delle situazioni, degli uomini, degli ex mariti, dei padri, dei propri figli, non permettendo loro di vederli, viverli e crescerli. La donna non è sempre colei che subisce. La donna è un mondo complesso, prismatico, e piena di molteplici sfaccettature. La donna è anche colei che davanti ad una violenza psicologica e fisica ha anche il coraggio di rialzarsi e continuare a lottare, a mordere la via con i denti, cosa c’è di debole in tutto questo? La donna è una forza che scava il terreno come lava incandescente, cade e si rialza, ma può anche mettere in ginocchio, cosa c’è di debole in tutto questo? La donna dà la vita, lo sappiamo tutti, ma può anche toglierla allora basta parlare di debolezza.

Foto: Luigi Giordani

 

 

1 Commento su “Lilith. L’origine del mondo”.

  1. Luigi Giordani // 18 Aprile 2019 a 16:24 // Rispondi

    Loredana, un articolo strepitoso sulla violenza sulle donne, complimenti per il tuo impegno

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*