L’Isola del cinema conquistata dall’invasione di registi e artisti.

Il popolo del cinema ha affollato ieri sera L’Isola. Registi, produttori, attori, sceneggiatori hanno abitato, come è normale che sia, l’importante rassegna cinematografica che si tiene da Giugno a Settembre sulle rive del Tevere.

Cast del film 'Ovunque tu sarai' assieme a Francesca Piggianelli

Una serata iniziata allo spazio Q8 dove Francesca Piggianelli e Giovanni Fabiano hanno dato via alla prima edizione di Scrivere in corto. Nove cortometraggi, selezionati per la qualità ed i riconoscimenti ricevuti, sono stati proiettati sullo schermo Tevere. I titoli dei cortometraggi “Il viaggio di Sarah”, Giustizia fai da te”, “A special day”, “L’ultimo pescatore”, “La culla dell’oblio”, “Goccia” e “Un caffè con Antonella”, a completare le proiezioni le due web series “Fired” e “La spes”.

L’evento è stato presentato dai due ideatori accompagnati da Maria Castaldo. Tra i presenti Romina Bufano, Antonio Losito, Pietro De Silva, Kassim Yassim Saleh, Massimiliano Vitullo, Federico Malafronte, Maria Gorini, Mirko Alivernini, Gianni Rosato, Marica Cotognini, Gianmarco Bellumori, Serena De Marco,Giampietro Preziosa, Antonella Salvucci e il grande Giorgio Colangeli. Presenti anche tanti ospiti, tra cui Tonino Zangardi, Roberto Ciufoli, Cristian Marazziti, Ennio Drovandi.

A qualche metro di distanza, l’Arena, alle 21.30, ha raccolto con la sua programmazione un folto numero di appassionati grazie alla proiezione di “Ovunque tu sarai” opera prima del regista Roberto Capucci, che festeggiava proprio a L’Isola una calda estate di festival e di premi per questo film. Capucci era presente in sala insieme agli attori Francesco Apolloni ed Ariadna Romero, splendida attrice e raggiante nei suoi panni di neomamma. La Romero era insieme al figlio di pochi mesi Leonardo, cullato, durante il suo incontro con il pubblico, dall’attrice Carolina Ray, conduttrice e attrice, intervenuta alla proiezione insieme al produttore del film Roberto Cipullo. Sul palco è salito anche Marco Conidi che ha curato le musiche del film e che ha raccontato un aneddoto: anche lui avrebbe dovuto far parte del cast ma non ha potuto per una frattura capitatagli poco prima dell’inizio delle riprese.

Fra le prime file, in mezzo al foltissimo pubblico dell’Arena, anche il giornalista del “Fatto Quotidiano” Marco Travaglio.

Foto: Marco Bonanni

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*