Luca Di Carlo: L’avvocato dai grandi ideali e dal cuore generoso.

LF ha incontrato il noto legale di origine abbruzzese, meglio conosciuto con il soprannome di "Avvocato del diavolo" che di diabolico in realtà ha ben poco...

Luca Di Carlo è davvero un personaggio sorprendente, a tratti controverso, spregiudicato, ribelle. Dietro i suoi occhi verdi la profonda storia di un uomo davvero ‘fuori dagli schemi’ ma dotato di grande umiltà. Nota una sua frase: “i pugili migliori sono quelli che vengono dalla strada così come gli avvocati”.

Era un bambino che viveva con i suoi nonni in Italia, in una provincia de L’Aquila, in Abruzzo, ed è proprio lì che è nato. La perdita del padre ed un’infanzia difficile nell’estrema periferia. Ex legionario assegnato ai servizi d’assalto dall’identità da sempre rimasta un segreto, avvocato penalista, poi, tra i più pagati, con l’adrenalina per le corse in auto ed in moto, ed una reputazione da play boy ormai solidissima. Tanto successo nel paradiso perduto da sembrar quasi che abbia stretto un vero e proprio patto con il diavolo. Forse non a caso, Luca Di Carlo, è soprannominato “l’avvocato del diavolo”, chiaro rimando al film americano diretto da Taylor Hackford, interpretato da Al Pacino e Keanu Reeves… ma c’è un particolare, che lui è reale.

Luca è stato anche presentato per la partecipazione al programma televisivo “L’Isola dei famosi 2017”, il reality di Canale 5, tra i naufraghi famosi dell’Honduras, ma poi ci fu un passo indietro televisivo.

Luca Di Carlo sarà anche un seduttore, ma possiede, sorprendentemente, una vena di romanticismo… l’attrice Pamela Anderson ha parlato più volte della sua storia sentimentale con lui. Mentre l’icona Ilona Staller, in arte Cicciolina, gli ha dedicato un dipinto dal titolo “L’angelo e il diavolo” che ritrae Cicciolina, “l’angelo”, salvato dall’avvocato Luca Di Carlo, “il diavolo”, opera che è stata esposta anche in Agorà Gallery, Chelsea, New York, U.S.A.

Come potrete ben immaginare, c’è tantissimo da raccontare…quindi lo faccio fare a Luca Di Carlo stesso…

Sei balzato agli onori della cronaca quando facesti assolvere la pornostar ed ex deputata del Parlamento italiano, Ilona Staller, in arte Cicciolina, in un processo penale, vincendo sulla connessa richiesta risarcitoria milionaria contro l’ex coniuge, l’artista americano Jeff Koons…
“Si, infatti… Era la vigilia di Natale … Mi arrivò la sua telefonata… Io, ridendo, risposi: sono l’avvocato Luca Di Carlo, ma può chiamarmi Lucifero. Ci siamo dati un appuntamento… e poco dopo Ilona mi nominò suo difensore contro l’esercito degli avvocati di Jeff Koons. Io vinsi nello storico processo di diritto internazionale penale e feci anche assolvere Ilona dalla Corte d’Appello di Roma dalle accuse di avere impedito a Jeff Koons di incontrare il figlio, ed ho avuto la vittoria processuale anche sulla richiesta risarcitoria milionaria fatta da Jeff nel 2008, chiudendo la guerra legale internazionale del rapimento internazionale del minore dagli Stati Uniti… Tempo dopo Ilona mi dedicò un dipinto dal titolo “L’angelo e il diavolo” che ritrae Cicciolina “l’angelo” salvato dall’avvocato, il sottoscritto appunto, Luca Di Carlo, “il diavolo”, opera che è stata esposta anche in Agorà Gallery, Chelsea, New York, U.S.A.”

 

Hai fatto un patto con il Diavolo?

(Sorride n.d.r.) “Meglio regnare all’Inferno che servire in Paradiso”.

Hai intenzione di acquistare il 35% delle azioni di Play boy per conservare l’essenza del magazine…?
“Ho intenzione di salvare Playboy Magazine e le conigliette Playmate dall’estinzione, grazie all’acquisto di una quota pari al 35% della società per conservare l’essenza del magazine, la sua linea editoriale ed il suo fine ultimo per il quale la società Playboy, rivoluzionaria dal punto di vista sessuale e sociale, è nata. Hefner, morto il 27 Settembre dell’anno scorso, ha trasferito nel 2011 la maggioranza delle azioni societarie trattenendo il 35% del patrimonio azionario per un valore di circa 45 milioni di dollari che sono destinate ai figli.”

Chi è stato Hugh Hefner seconde te?

“Hugh Hefner è stato un insuperabile editore rivoluzionario futuristico… è riuscito ad utilizzare un magazine dall’anima erotica come Playboy per affrontare drammi politico-sociali. Hugh ha creato un vero magazine prototipo, contrapponendo alla cultura sociale americana la cultura del desiderio dell’eros nella trasfusione del sesso, lanciando dei messaggi anche politici. Con Marilyn Monroe in copertina, Playboy fu il trionfo dell’erotismo esplosivo”.

Oggi viviamo in uno stato civile?
“Gli esseri umani non sono civili e non lo saranno mai. Esisterà uno stato civile quando l’uomo e gli animali avranno gli stessi diritti. L’uomo è un mostro che si nutre di morte… sacrifica e uccide esseri vivi per creare cose morte e fare vivere altre. Sono contro ogni sperimentazione e vivisezione sugli animali. È da condannare una comunità che si presta… Ogni volta che ho cercato giustizia ho travato ingiustizia… ma a volte con qualsiasi mezzo è necessario che tutto cambi”.

Cosa pensi dei diritti degli animali?

“Come diceva qualcuno “Chi non conosce il valore della vita non merita di vivere” … Ogni essere vivente ha il diritto di vivere … il mondo appartiene a tutti. Uomini e animali sono allo stesso modo creature di un Dio, sensibili alla gioia ed al dolore, il progresso morale dell’uomo consiste perciò nell’amare e nel tutelare le altre creature. Il progresso di uno stato è valutato come vengono tutelati e trattati gli animali”.

Cosa manca in questa società?

“In questo mondo manca l’umiltà. Hanno creato un mondo virtuale fatto di denaro e potere. Gli ideali sono finiti e con loro è finito il tempo degli uomini. La politica sociale è meravigliosa quando è libera, perché se così non fosse renderebbe schiavi gli uomini”.

Credi nella politica sociale che ti circonda?

“La politica che mi circonda non mi appartiene! Continuerò a credere che un essere umano è speciale quando fa qualcosa per gli altri, non per se stesso… la politica non deve servirsi dello stato … la politica deve servire lo stato”.

Una risposta immediata su Donald John Trump il presidente degli Stati Uniti d’America?

“Donald … è un’audace imprenditore senza tempo”.

C’è qualcosa del passato che rifaresti o non rifaresti con l’esperienza di oggi?

“Della mia vita rifarei tutto anche con gli stessi errori (sorride n.d.r.)… ma forse dovremmo avere tutti nella vita una seconda possibilità”.

 

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*