Luigi Modesti espone a “Il Mondo dell’Arte”.

Nelle tele di Luigi Modesti passano le suggestioni dell’esistenza.

Il  Mondo dell’Arte” nel corso degli anni ha saputo estendere  la sua attività con professionalità e competenza, diventando un importante punto di riferimento per i molti artisti e collezionisti che vi orbitano.
Il nome della galleria riflette la mission e lo spirito aziendale: quello di costituire una struttura capace di proporsi come polo di incontro e d’attrazione in grado di accogliere le diverse realtà artistiche e di orientare i suoi partecipanti nella complessa trama dell’Arte.

“Immagini e Suggestioni”, una mostra che mancava, una retrospettiva di Luigi Modesti che regala, ancora una volta a Centocelle, storico quartiere romano, gli onori di una quotidiana cronaca culturale che merita attenzione e che, dal 1974, grazie all’incessante opera degli ideatori de “Il mondo dell’arte”, Remo Panacchia ed Elvino Echeoni, avvicina la gente alla pittura e alla scultura d’autore con selezionate rassegne di quotati artisti.

La mostra di Luigi Modesti, che è stata presentata Sabato 6 Aprile alle 18.00 nel corso di un affollato vernissage in via dei Castani 193, racchiude un lungo percorso di vita artistica tra il figurativo e l’astratto con una serie di opere scelte per testimoniare un cammino crescente di qualità e di compenetrazione. La mostra retrospettiva, ad ingresso gratuito, si protrarrà fino al 16 Aprile dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00 (Lunedì mattina la galleria resterà chiusa).

Luigi Modesti, nato a Civita Castellana nel 1948, si è diplomato all’accademia di belle arti di Roma, sotto la guida di Renato Guttuso e di Piero Guccione. Nel percorso artistico di Modesti si alternano la pittura figurativa e quella astratta, seguendo emozioni ed esigenze interiori che vengono percepite con naturalezza da molti fruitori della sua opera, in un’istintiva e coinvolgente empatia.

Foto: Luigi Giordani

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*