Maria Grazia Capulli, morta la giornalista del Tg2.

Stamane, una ennesima triste notizia…inaspettata….da cui sono rimasta incredula! E’ morta la giornalista, nonchè collega, Maria Grazia Capulli, volto del Tg2. Tutti la ricorderanno nell’edizione delle 13.00 e di rubriche come “Salute”, “Costume e Società”, ed alcune culturali (TG2 Neon Libri, Achab Libri),  aveva solo 55 anni, devo aggiungere, anche portati alla grande! Lavorava in Rai dal 1996, assunta da Clemente Mimun, in passato aveva lavorato per il “Corriere Adriatico” e per il “Messaggero”. Si era anche dedicata a varie inchieste.

La Rai, in lutto, ne ha dato annuncio anche al Tg1: “E’ morta Maria Grazia Capulli, collega del Tg2, ci stringiamo attorno alla redazione e alla famiglia”.

Le ragioni del decesso non sono ancora note, ma si sa che la giornalista aveva combattuto contro un brutto male forse non debellato del tutto.

Marchigiana, nata a Macerata nell’agosto del 1960, è arrivata in tv dopo una gavetta di diversi anni. Il percorso professionale della Capulli l’ha vista passare, dopo un curriculum universitario di tutto rispetto con laurea e lode in lettere classiche, per due quotidiani noti come il “Corriere Adriatico” e “Il Messaggero”. Venne assunta, in seguito, in Rai, diventando un’inviata speciale della redazione del Tg2. Nel 2013 divenne stabilmente il volto dell’edizione delle 13.00, dopo una piccola parentesi nell’edizione serale delle 20,30. Va anche sottolineato che nel decennio scorso, in particolare nel 2004, è stata inviata Rai da Parigi. Impegnata in ambito culturale, è stata anche conduttrice di alcune edizioni dei più noti premi letterari italiani come Strega, Campiello, Viareggio, Scanno, Giuseppe Dessì . È stata inoltre un membro della giuria tecnica del “Premio Rapallo Carige per la donna scrittrice” e del Premio Castiglioncello.
Alla fine degli anni Ottanta, lavorava già in Rai quando fu notata da Clemente Mimun, che successivamente, nel 1996, le affidò la conduzione del Tg delle 13.00. Si narra che Maria Grazia Capulli lo colpì molto a seguito di una simpatica intervista a Piero Chiambretti, allora conduttore del Festival di Sanremo, che alla fine la baciò per scherzo. Infatti oggi, tra i primi, proprio Clemente Mimun le ha dedicato un pensiero, ricordandola pubblicamente!

Cosa dire? Resto sempre sbigottita, rammaricata, invasa da un profondo dolore, quando mi giungono tali tragiche notizie ed ogni volta, come fosse la prima, resto sempre attonita, incapace di comprendere la dipartita di CHI è ancora nel fiore degli anni…non riesco proprio ad accettarlo!

Riposa in pace cara Maria Grazia e che la “terra ti sia lieve”!

 

2 Commenti su Maria Grazia Capulli, morta la giornalista del Tg2.

  1. maria grazia moscardelli // 22 Ottobre 2015 a 12:09 // Rispondi

    ricordiamola per l’impegno, la sensibilità, il garbo: qualità che dall’Altra Parte sbocciano in una meravigliosa pianta.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*