“Napoletanamente insieme”: la tradizione si sposa alla comicità.

Grande successo di pubblico, Sabato scorso alla "Botticella" di Testaccio per lo spettacolo che 'viaggia' attraverso le tradizioni napoletane grazie ad Emanuela Mari, Valerio Aufiero e Fortunato D'Arrigo, e gags esilaranti con Raffaele De Bartolomeis ed Antonio Delle Donne.

Emanuela Mari e Valerio Aufiero

“Napoletanamente insieme” è un felice viaggio, ormai collaudato, che si muove tra performance e tradizioni musicali napoletane. Un percorso senza tempo, spensierato e nostalgico che si è svolto, Sabato 24 Marzo, alla “Botticella” di Roma, nel cuore di Testaccio.

Napoli, si sa, racchiude saldamente le antiche tradizioni, esse sono parte integrante del tessuto sociale. Infatti, non sono relegate solo nel ricordo dei più anziani, anzi sono rivissute con intensa partecipazione ed entusiasmo anche dai giovani. Conoscere e valorizzare le proprie radici storiche ha, infatti, un significato profondo. I molteplici eventi rievocativi  non sono considerati una pura attrazione, né una semplice manifestazione folcloristica, ma rappresentano un momento di incontro fra generazioni che riscoprono e rivivono pagine di storia dalle più antiche alle più recenti. E difatti, è stata una partecipazione corale profondamente sentita, quella vissuta alla “Botticella” Sabato sera, con lo spettacolo “Napoletanamente insieme”, che ha dato quel quid all’evento stesso, valorizzandone ancora di più l’intento. Chi ha avuto modo di osservare l’esibizione ha nettamente avvertito che non si trovava davanti a personaggi che recitavano solo un ruolo, ma davanti a persone vive ed uniche ed il coinvolgimento del pubblico ne è stata solo una logica conseguenza.

Musiche della migliore tradizione napoletana, interpretate, tengo a dirlo, non puramente eseguite, da Emanuela Mari e Valerio Aufiero, accompagnati dal maestro Fortunato D’Arrigo.

Costumi, brani, gags esilaranti ci hanno intrattenuto per un paio di ore, tempo, che si è dissolto in un battito di ciglia.

Forti di un successo sempre crescente che va avanti da qualche anno, i nostri interpreti, si sono avvalsi di un elemento in più, anzi di due, per essere precisi, Raffaele De Bartolomeis, cabarettista camaleontico ed istrionico che spesso abbiamo modo di apprezzare al Teatro Petrolini, ed Antonio Delle Donne, noto per aver partecipato ad “Amici”, “Matinèe”, presentatore e comico, che a mio avviso, donano una variazione ed un punto di forza in più, rispetto ad altri spettacoli di tradizione napoletana.

In “Napoletanamente insieme” le musiche conosciute da tutti, si sono avvicendate a siparietti, barzellette e scenette divertenti, grazie ai due attori comici in questione, che spesso si sono improvvisati in un botta e risposta con il pubblico.

Estremamente versatile e flessibile nella sua struttura, lo spettacolo si può adattare sia ad una performance strettamente teatrale, che ad una divertente serata a tema all’interno di una cena, come è stato il nostro caso.

Emanuela Mari, pianista e cantante diplomata, nonchè docente, si dedica all’attività concertistica e teatrale da molti anni, curando anche l’organizzazione dei suoi spettacoli. Cantante lirica, di musica sacra e leggera, ama interpretare la canzone napoletana in tutte le sue sfaccettature. Il suo amore sviscerato per la napoletanità si percepisce da ogni sua intonazione, da ogni movimento, che fanno vibrare nell’aria l’intatta tradizione di una cultura antica mai smarrita. Il suo cavallo di battaglia “La Sciantosa”, storia di Elvira Donnarumma, regina acclamata e amata dei cafè chantant d’inizio 900, ha conquistato il pubblico della “Botticella” con la sua bravura, la sua verve, la sua simpatia e la sua fortissima capacità di coinvolgerlo nello spettacolo stesso, non sottraendosi ai vari abbracci che gli spettatori le hanno riservato, nei momenti in cui è scesa tra loro, esibendosi anche in un ballo con un signore in sala.

Valerio Aufiero ha davvero una gran bella voce, possente e potente…Un tenore che ha al suo attivo una vasta attività concertistica e teatrale a livello internazionale. Ci ha entusiasmati in pieno.

Come già detto, la vis comica è stata affidata a Raffaele De Bartolomeis e ad Antonio Delle Donne….Ci hanno fatto ridere fino alle lacrime, e chi di noi non ha bisogno di una sana risata di questi tempi!?!

La scelta di non rappresentare un pezzo solo teatrale, ma di alternarlo alla comicità, è il punto vincente dell’intero spettacolo che risulta godibilissimo, fluido, leggero, atto a far trascorrere del tempo in allegria…un’insieme di aneddoti, di storie di una Napoli ricca di colori e musica, sempre pronta a stupire, tra risate e qualche lacrima di commozione.

Da vedere!

Foto: Alessandro Ziantoni

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*