Premio Internazionale Bronzi di Riace.

L'ambìto premio è stato ospitato nella splendida cornice dell'Auditorium della Casa Madre dell'Associazione Nazionale del mutilato ed invalido di guerra dove sono stai insigniti illustri personaggi.

La storica e suggestiva  sede dell’Associazione Nazionale dei Mutilati e Invalidi di Guerra a Roma, ha ospitato la 17° edizione del “Premio Internazionale Bronzi di Riace” ideato da Giuseppe Tripodi presidente della proloco città di Reggio Calabria, e Patrocinato dalla Camera di Commercio, dalla Presidenza del Consiglio Regionale e dal Comune di Reggio Calabria.

La cerimonia di consegna celebra la ricorrenza del ritrovamento dei Bronzi di Riace avvenuto nel 1972 ad opera del chimico romano Stefano Mariottini. Le statue bronzee rinvenute nel mare Ionio a circa 300 metri dalle coste calabre, inabissate in località “Riace”, rappresentano opere di incommensurabile valore artistico, datate tra il 460 e il 450 a.c. Due imponenti corpi maschili nudi, plasmati nel bronzo ed anatomicamente perfetti, uno formalmente più giovane, l’altro più maturo, due personaggi tra l’umano e il divino, tra realtà e mito.

Il Premio Internazionale titolato ai Bronzi di Riace viene conferito a quelle personalità che come fieri guerrieri hanno combattuto per la crescita e lo sviluppo della nostra nazione distinguendosi  in Italia e nel mondo, per competenza e professionalità. In questa 17esima edizione sono stati premiati: il pittore Adriano Fida, l’Ingegnere gestionale Antonio Giannino, la Direttrice d’orchestra Beatrice Venezi, lo Chef Bruno Brunori, il Presidente Associazione Nazionale A.N.M.I.G Claudio Betti, la Public Relation Manager Daniela Javarone, il Generale Corpo d’Armata (c.a.) Domenico Rossi, il Marchese Emilio Petrini Mansi della Fontanazza s.m.r.i. Franesco Mavelli, il Colonnello (c.a.) Giancarlo Giulio Martini, la  Psicologa Giuliana Savino, il Marchese Giuseppe Ferrajoli, l’Economista Giuseppe Nunzio Castiglia, Mons. Luigi Francesco Casolini di Sersale, la Presidente dell’Associazione “I Diritti civili nel 2000 – Salvabebè/Salvamamme” Maria Grazia Passeri, la giornalista e conduttrice Paola Zanoni, il Presidente Regionale A.N.M.I.G. Piergiorgio Busato, il S.Ten CC (r) Pietro Mineo, il regista Sebastiano Rizzo, il Gen.D CC (r.o.) Sergio Filipponi, il Presidente Natural Pharma Group Stefano Calamita e il Col. EI c.a. Vittorio Scarlino.

A dare il benvenuto agli ospiti, il Presidente Nazionale A.N.M.I.G. (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra) Prof. Claudio Betti, a seguire gli interventi del Presidente dell’Associazione Turistica Proloco Città di Reggio Calabria, Giuseppe Tripodi, che ha portato i saluti del Presidente del Consiglio Regionale della Calabria Nicola Irto, del Sindaco Giuseppe Falcomatà, del Presidente della Camera di Commercio Antonino Tramontana e del Presidente Onorario Giuseppe Viceconte. Apprezzato l’intervento del Gen. Domenico Rossi che ha sottolineato la valenza e l’importanza del premio quale riconoscimento per le eccellenze italiane nel mondo.

La premiazione è stata condotta dalla giornalista Paola Zanoni che con professionalità ha introdotto con una breve motivazione i 22 premiati di questa edizione.

La Public Relations Manager Daniela Javarone ha voluto dedicare il suo Premio alla nipote Martina, presente all’evento, con la speranza che il suo percorso professionale ed i riconoscimenti ottenuti possano essere da esempio per la nipote e per tutti i giovani italiani ambiziosi e propositivi.

Infine, tra gli applausi, ha concluso la piacevole giornata l’instancabile Presidente Tripodi che ha ringraziato tutti i presenti, il suo Staff e la giornalista Marilena Alescio per la comunicazione e il  marketing e, complimentandosi con i premiati, ha dato appuntamento alla prossima edizione del Premio.

 

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*