Prima che cada la pioggia…..

L’Italia è una delle nazioni più colpite da terremoti, frane, allagamenti, alluvioni. I proprietari di casa che volessero assicurarla per questi eventi disastrosi, possono “tranquillamente” sottoscrivere una polizza assicurativa ma, quelle private, accettano il rischio solo a quote elevatissime essendo “un’evento di Dio”!  Ma nel “bel paese”, l’Italia dei furbacchioni, dei bontemponi, di coloro che, nonostante tutto ancora “ci sperano”, abbiamo un uomo che ha avuto la “geniale” idea di far pagare una tassa sulla pioggia, sulle calamità!!!   E chi pagherebbe? I contribuenti, ovviamente!
Questa “brillante” trovata è balenata nella fervida quanto produttiva mente del sottosegretario, Graziano Delrio, inviato a Genova, qualche giorno fa, per verificare i danni provocati dal forte maltempo! In un Paese dove la gran parte delle persone, da ceto medio, sono passati alla soglia di povertà, introdurre un’ulteriore tassa, ridicola quanto improponibile, mi sembra assurdo!
Ovviamente è sempre il comune cittadino a dover fronteggiare grossi sacrifici, perché ce le propinano come “bene per tutti”, per il nostro paese. E così si continua a sacrificare quel po’ di dignità, di amor proprio, di denaro rimasto! Ci hanno “prosciugati” fino al midollo, ed ora dopo ora si “inventano” nuove ipotetiche tasse da pagare……
Cos’altro ancora tireranno fuori dai loro “magici cilindri” ?
Una tassa per ogni singola seduta sul water? E scusatemi il poco “corretto” paragone!

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*