Quando il “mostro” è tra le mura domestiche…

Da più di un anno violentava il figlio di undici anni! Poi ha pensato che il bimbo potesse essere una fonte di guadagno, così lo ha “messo in vendita” sui siti web per pedofili!  L’uomo, un padre di famiglia, proveniente dalla periferia di Napoli, è stato arrestato e rinchiuso nel carcere di Poggioreale. La moglie, che ha sostenuto di non aver mai notato nulla, nell’apprendere la notizia, è svenuta. Il ragazzino, nel tentativo di proteggere il padre, non voleva riferire nulla. Poi, dopo alcune ore, ha raccontato della sua sofferenza e delle cose “strane” che subiva dal padre!

A Roma, un uomo di 57 anni, originario di Cosenza, ma da anni residente nella capitale, al culmine di una lite, per futili motivi, accecato dall’ira, si è scagliato contro la figlia di 27 anni, scaraventandola a terra e puntandole un coltello alla gola, minacciandola di morte. Accorsa immediatamente la madre, in aiuto della ragazza, è stata, a sua volta, picchiata e minacciata. La donna, nonostante tutto, è riuscita a chiamare il 112, che ha ammanettato e condotto l’uomo a Regina Coeli. Le due donne hanno riferito che l’uomo, già da due anni aveva manifestato simili atteggiamenti brutali verso di loro, generando nelle due sventurate, paura e soggezione!

Stamane ho voluto riportare due notizie terrificanti, la cui gravità inaudita, lascia senza fiato! Mi chiedo come possano, dei padri di famiglia, mariti, compagni ( ma talvolta sono anche donne ad essere tali ) arrivare a questo orrore, a questa completa perdita di autocontrollo ed ira, che sfocia in questi drammi! E come si può solo pensare lontanamente che, un padre, possa usare violenza contro i propri figli, il sangue del suo sangue! Il padre, che dovrebbe essere per antonomasia, il rifugio, il “porto sicuro”, colui che dà consolazione e gioia ad un figlio, come può trasformarsi in un simile mostro! Uomini che diventano tali anche verso le mogli, le compagne….Credo che questi individui non siano neanche degni di essere definiti uomini! Un UOMO non picchia, non violenta, non umilia, non ferisce, non usa violenza psicologica verso coloro che sono più “deboli” ed a cui dovrebbe donare solo amore! Con mio grande rammarico, ultimamente, sento troppo spesso notizie di tali episodi, e vengo invasa da un profondo sconforto, tristezza infinita….A che punto è arrivata questa società? La cattiveria ed il cinismo dilagano…e le persone sembrano essersi “smarrite” in un labirinto di orrore! Sono caduti i valori semplici, puri, che danno senso alla nostra esistenza! Senza di essi si vive come singole entità, ciascuna chiusa, chi nelle proprie paure, chi nelle frustrazioni, chi nella “soddisafazione” che trae nel far del male ai suoi simili! Che tristezza!

 

images

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*