“Reset”

E' il titolo del nuovo album di Gazebo, dopo anni di silenzio...una miscellanea di elettronica degli anni 80 e Dance della new generation.

Gazebo è tornato! Il celebre interprete degli anni 80, al secolo Paul Mazzolini, è uscito con un nuovo quanto ritmato e suggestivo album dal titolo “Reset”. Ascoltando questo lavoro, comprendente 12 brani e tre bonus tracks, si comprende chiaramente come, la scelta del titolo, non sia del tutto casuale. Gazebo ha trascorso parecchi anni in “silenzio” ma il suo ritorno segna, a mio parere, una prosecuzione ideale della musica che lo rese così popolare. I ritmi coinvolgenti, le sonorità, la musicalità, ci sono tutte…allora come oggi. I noti brani come “I like Chopin”, “Lunatic”, “Dolce vita”, “Masterpiece” che ancora riecheggiano vividi nella nostra mente sembrano trovare un loro seguito, “riaggiornato” e rimodernizzato, in questo album. Molti cantanti, con il trascorrere degli anni, perdono un po’ il loro smalto, la verve, e, talvolta, anche la potenza vocale, Gazebo sembra essersi fermato agli anni ’80! Ha una potenza di voce inalterata….per lui il tempo si è fermato. I brani che scivolano armoniosamente uno nell’altro (difatti tra le 12 tracce non vi sono pause, e questo ci piace molto!), ben dosati per tempi e musicalità, mantengono un ritmo che induce ad alzarsi e ballare. Gli argomenti trattati nei vari brani, rispecchiano concetti particolarmente cari o vicini all’autore, inerenti l’attualità o il dover affrontare, talvolta, situazioni delicate, ma anche sentimenti e passioni interiori. “The secret” è uno di questi casi, dedicata all’outing ed al coraggio di esprimere ciò che siamo veramente. “Blindness”, chiara allusione sull’ottusità mostrata su semplici principi come la libera espressione, la tolleranza ed il rispetto per le differenze altrui. “Evil” che manifesta l’invidia sempre più dilagante anche da parte di chi dovrebbe gioire per noi. “Reverie” un viaggio attraverso una sorta di dèja vu ispirato ad una attenta osservazione dei quadri di Monet….o “Queen of Burlesque” nata da un incontro in rete con la regina della seduzione Mamie Van Doren.  Con “Reset” Gazebo conferma la sua grande capacità di fare musica ma anche di evolversi e di saper stare al passo con i tempi.

cover-Reset jpg.

” Ho deciso di confrontarmi con la musica che va di moda oggi nelle radio e nelle discoteche, basata su un’esagerata amplificazione della cassa, senza comunque voler rinunciare al mio stile” – ha detto l’artista – ” Ho lavorato in ibrido, cercando di ottenere il meglio dai due mondi, da una parte la pasta ed il suono dell’analogico, dall’altra, la grande versatilità dei mezzi digitali.”

Decisamente ben riuscito! Mi è piaciuto moltissimo, perchè nonostante sia al passo con i tempi, mi ha riportata in un sound ed in un’epoca che “sfornò” grandissima musica Disco! “Reset” perchè si può sempre ricominciare strizzando l’occhio anche al passato!

 

Si ringrazia vivamente la Signora Elisabetta Castiglioni per avermi fatto dono di questo gradito CD!

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*