Riciclo dell’acciaio…una “storia” incredibile!

Il riciclo dei materiali ferrosi è un settore specifico che fa parte del riciclaggio dei rifiuti. Consiste in una serie di operazioni che vengono svolte su rifiuti composti da ferro. Da questo passo in poi, viene utilizzato in varie forme: ghisa, acciaio, acciaio da costruzioni, acciaio per utensili, ecc.

L’acciaio è il materiale più riciclato in Europa, ma l’ Italia, una volta tanto, è in cima alla classifica. Nel 2013 è stato riciclato il 73,6%  dei contenitori in acciaio e recuperate 320.231 tonnellate. L’acciaio si trova un po’ ovunque nellla nostra vita quotidiana: negli imballaggi delle cucine, nei barattoli di pelati e frutta sciroppata, nelle scatolette di tonno, nei tappi a corona della birra e dell’acqua minerale in vetro. Quest’anno, poi, c’è stato un netto miglioramento della qualità degli imballaggi raccolti, che, in alcuni casi, ha consentito l’invio, direttamente alle acciarie, senza dover subire alcun intervento intermedio. La raccolta è aumentata, soprattutto, nel centro Italia ( +21,7%) e nel sud ( +17,5%) grazie anche ad accordi differenti e nuove convenzioni. La quota pro capite di imballaggi in acciaio prodotti in un anno è di 3,32 chili per abitante.

Il riciclo e l’imballaggio dell’acciaio sono molto importanti! Basti pensare che con 1.000/ 1.500 scatolette di tonno si ottiene il telaio di una bicicletta, con 900 bombolette, una panchina, con 350 fusti, la scocca di un’utilitaria. Lattine, bombolette, tappi, vengono fusi per produrre nuovo acciaio che torna nelle nostre case! A getto continuo!

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*