27 Gennaio, Giorno della memoria.

Il 27 Gennaio, come ogni anno, si celebra la Giornata della memoria. Sono passati 72 anni da quel 27 Gennaio del 1945, giorno in cui le truppe sovietiche della 60ª Armata del “1º Fronte ucraino” del maresciallo Ivan Konev aprirono i cancelli di Auschwitz assistendo ad un vero e proprio orrore…inimmaginabile, mostrando al mondo intero gli strumenti di tortura e di annientamento utilizzati in quel lager nazista. La follia pura, ecco cosa si è palesato davanti ai loro occhi…una fabbrica di morte in cui persero la vita 6 milioni di persone, per lo più ebrei, ma anche omosessuali, zingari…Le storie che oggi ci raccontano i pochi sopravvissuti scuotono le coscienze…turbano, sconvolgono, urlano!

Stamane non voglio dilungarmi su questa drammatica vicenda scritta negli annali della storia o riportata a memoria dai testimoni, piuttosto voglio far ‘parlare’ le immagini! Un personale foto-reportage realizzato quest’estate durante il mio viaggio in Polonia, in occasione del quale ho visitato i due campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau. Posso solo affermare a ricordo di quella intensa e ‘sofferta’ visita, che toccare con mano quegli orribili luoghi è tutt’altro che sentirne parlare. Sembra che vi aleggi ancora tutto il dolore patito, seppur in un silenzio che inonda l’anima…Pare di sentire ancora l’odore della paura, della sofferenza, della morte! Ogni angolo racconta una storia…le valigie, le scarpe, le stoviglie e…i capelli….migliaia di capelli rasati alle donne! Un viaggio all’inferno che va visto…per capire, per NON ripetere mai più quegli orrori e per rispetto di quei morti…tantissimi…innocenti!

‘Perché la memoria del male non riesce a cambiare l’umanità? A che serve allora la memoria?’ disse Primo Levi

Teniamolo a mente!!!

Foto: Loredana Filoni

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*