Stravanganze cinquecentesche.

Negli anni '60 Paco Rabanne, grazie ai suoi abiti costruiti interamenti di placche in metallo, ha rivoluzionato il mondo della moda e della costumistica cinematografica. Ciò che però è ignaro ai più, è il fatto che alcuni busti in acciaio ebbero largo utilizzo attorno alla metà del Cinquecento.

Moda anni '70 tendenze 2017 Marc Jacobs Trend Primavera estate 2017 Cosmopolitan Italia

Alle volte rimaniamo colpiti davanti alle stravaganze proposteci nelle passerelle odierne, dallo spasmodico bisogno dei creatori di moda di meravigliare il buyer, di creare concept bislacchi per attirare l’occhio, sempre più spento, della generazione immagine-dipendente.

Ciò che non sappiamo però, è che alcuni sono dei semplici ricorsi storici facilmente intuibili per chi è in possesso di alcune nozioni base di storia del costume.

Negli anni ’60 Paco Rabanne, grazie ai suoi abiti costruiti interamente di placche in metallo, ha rivoluzionato il mondo della moda e della costumistica cinematografica. Ciò che però è ignaro ai più, è il fatto che alcuni busti in acciaio ebbero largo utilizzo attorno alla metà del Cinquecento. Una moda di origine francese; il corpetto era provvisto di una punta allungata sul davanti ma fu avversato da molti legislatori che lo ritennero un indumento scomodo, antigienico ed ai limiti della tortura.

Altra bizzaria cinquecentesca, vede come protagonista le scarpe con la zeppe. Una tendenza largamente diffusa corcerneva l’abitudine di indossare abiti dall’orlo esageratamente lungo oltre la linea dei piedi, indi per cui, vennero create le “pianelle o calcagnini” che contrariamente a ciò che si può intuire dal sostantivo, si tratta di ciabbatine a cui venivano fissate dei sostegni lunghi circa 50 cm. Questo espediente donava slancio alla figura ma rendeva impossibili i movimenti, quindi chi utilizzava tali calzature aveva la necessità di due servitori al fianco che rendessero possibile i movimenti.

Ultima, ma ugualmente interessante, è la maniera di abbigliare i bambini, da molti anni il trend, si avvia verso un annullamento della distinzione tra moda bimbo e moda adulto. Questo processo era però già in utilizzo nel Cinquecento, quando i bimbi venivano abbigliati esattamente come fossero adulti, perciò con abiti dalle fogge pesanti e gioielli dai colori pacchiani e fuori luogo.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*