Tiziana Rocca, l’eccellenza nella comunicazione.

Con più di vent’anni di esperienza alle spalle nel settore delle pubbliche relazioni, Tiziana Rocca non ha solo organizzato eventi importanti, ma si è dimostrata anche un’attenta produttrice di film, cortometraggi, documentari e libri.

Non è facile definire Tiziana Rocca, signora delle grandi organizzazioni, di eventi di gran prestigio…A mio parere, il Top delle PR che ci sia in Italia e, forse, anche all’estero. In un Paese in cui molti credono di potere o sapere fare tutto, lei, per questo TUTTO, ha studiato con grande impegno e vari titoli accademici conseguiti brillantemente, sia in Italia che in Svizzera.

Imprenditrice di grandi eventi, è titolare della Agnus Dei Tiziana Rocca Production, società specializzata nell’ideazione e organizzazione di eventi.

Tiziana si occupa di tutto, dall’ideazione alla produzione, realizzando serate che sono diventate un punto di riferimento per chiunque voglia organizzare un evento di successo. Ha scritto 8 libri a riguardo, di cui due, tradotti anche in inglese.

Precisione, serietà professionale, puntualità, idee sempre nuove ed originali, l’hanno portata a creare eventi di grande rilievo, sia per lanci di prodotti che per celebrità nostrane e straniere del calibro di Richard Gere, Eva Longoria, Silvester Stallone, Leonardo Di Caprio, solo per citarne alcuni.

Sempre sulla ‘cresta dell’onda’, la Rocca viaggia spesso per il mondo, anche per promuovere i suoi libri, dedicandosi contemporaneamente alla sua famiglia, tre figli, Cristiana, Vittorio e Valerio, ed un marito, l’attore e regista Giulio Base…cosa non certo semplice.

Mi piace sottolineare il fatto che tutti gli eventi che Tiziana Rocca organizza, sono rivolti alla solidarietà. Il cuore conta, e lei ce lo mette fino in fondo…Il bene non è così eclatante o assordante, e non se ne parla frequentemente…quindi trovo bello che questi eventi si manifestino…con cuore!

LF ha avuto il piacere di incontrare Tiziana in occasione del corso che tiene ogni anno, “La fabbrica dei Leader”, un super master sulla comunicazione ideato da Luigi Crespi, in cui insegna quali ‘strade’ percorrere per avere successo in questa svavillante professione che richiede, però, un costante e notevole impegno, lo studio e, soprattutto, grande passione. Lei questa ce l’ha sin da giovanissima, e non è certo un caso che eserciti questo lavoro da 25 anni!!!

Parlaci un po’ della ‘Fabbrica dei Leader’…

“Da 15 anni, ormai, tengo sempre il mio corso di comunicazione in cui spiego come organizzare un evento di successo. Quest’anno ‘La fabbrica dei Leader’ ha organizzato vari corsi ed io sono uno dei coach. Quindi il mio corso sarà un po’ diverso e si chiamerà ‘La fabbrica degli eventi’. Verrà anche allestita una mostra in mio onore per i 25 anni della mia carriera, con un percorso multimediale con filmati, foto, gigantografie, su tutto quello che ho fatto. Il mio corso, nello specifico, avrà luogo il 7 e l’8 Ottobre…racconterò 25 anni di eventi che mostreranno anche un po’ la storia del nostro paese, il lancio della Smart, il lancio della 3, il lancio del Billionaire…due giorni di full immersion. Cerco di insegnare, a tutti quelli che vogliano fare il mio mestiere, cose pratiche che servono a capire se vogliono farlo davvero, perchè occorre grande passione, non è un lavoro facile, non si può improvvisare.”

Hai studiato anche in Svizzera, se non sbaglio…

“Sì, Economia, e trovo che questo mi abbia aiutata. Quando sei imprenditrice devi conoscere l’economia. Ho scritto 8 libri che riguardano il mio lavoro, l’ultimo ‘La tua vita è un evento’…Sono una persona che ha sempre rischiato con idee nuove, originali. Fare dei percorsi innovativi è anche più difficile.”

Hai organizzato per moltissimi personaggi internazionali. Ce n’è uno che ricordi particolarmente?

“Devo dire che ho fatto un grande evento con Richard Gere per gli homeless, e anzi, a Settembre ci sarà una conferenza stampa di chiusura per raccontare quello che è stato fatto in questo anno, perchè mi piace iniziare le cose e concluderle. Richard Gere è un uomo che si interessa molto ed abbiamo avuto varie conference call, e mi ha trasmesso la sua passione per questa iniziativa. Poi ricordo con piacere anche Silvester Stallone, George Clooney, Leonardo Di Caprio, Eva Longoria…Sono tantissime le celebrità con cui ho lavorato. Sarà che sono abituata alla precisione, all’affidabilità, al fatto che quando prometti qualcosa devi mantenerla.”

I tuoi eventi sono sempre rivolti con un occhio alla solidarietà.

“Si sempre. Sicuramente è un leit motiv che metto sempre in tutti i miei eventi. Anche a Taormina, in questi 5 anni, ho cercato di dare grande risalto alla solidarietà, ogni giornata era dedicata ad un’iniziativa importante, per dare luce a queste cose. Le buone iniziative spesso non trovano tanto spazio sui giornali. Quindi un modo per dargli luce, sono gli eventi.”

Come hai vissuto la partecipazione di tuo marito all’Isola dei Famosi?

“Noi ci appoggiamo vicendevolmente in tutte le cose. Lui voleva partecipare, io gli ho solo ricordato che non sarebbe stata facile…Penso che in un matrimonio occorra sempre appoggiare l’altro, in qualsiasi cosa voglia fare.”

Quanto è complicato conciliare un lavoro come il tuo con la famiglia?

“Non è semplice. Solo una donna ce la può fare, bisogna fare i salti mortali! Ho scritto anche un libro a riguardo ‘Super mamma’.”

Quali suggerimenti ti senti di dare a chi vuole intraprendere la tua professione?

“Intanto io dico sempre che qualunque lavoro si voglia intraprendere, è importante la passione, altrimenti non si può fare. Oggi molti giovani sono demotivati, non hanno speranze, il momento è difficile. Bisogna imparare a fare tutto, avere la curiosità, girare il mondo anche con pochi soldi, però cercare esperienze, mai accontentarsi.”

Progetti futuri?

“Sicuramente il Premio Kinéo di cui sono il direttore, a Venezia, insieme a Rosetta Sannelli che l’ha inventato, di cui è presidente, da 15 anni. Avremo la conferenza stampa a Cannes il 21 Maggio con tutti i protagonisti, assieme alla festa per i 15 anni di Best Movie. Il premio Kinéo si basa su un voto assegnato dagli spettatori che vanno al cinema e che, spesso, hanno un gusto diverso da quello dei critici. Sarà un evento scintillante previsto il 3 Settembre a Venezia, durante la Mostra del Cinema, un premio appoggiato anche dal direttore Alberto Barbera.”

Concludendo?

“Bisogna comunque essere positivi. E’ un momento difficile per l’Italia però io credo nel Made in Italy, credo che ci siano degli imprenditori bravissimi, idee da parte dei ragazzi, che però alle volte fanno fatica a trovare un loro spazio, ma non devono mollare piuttosto puntare a diventare numeri uno. Mai arrendersi!”

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*