Un’intervista… Che ci rivela un grande progetto. Flash Mob Italy – Applaudiamo l’Italia – Original.

Il Nord e il Sud sono diversi per storia e questo non si può negare, ma proprio questa storia ci ha insegnato che “uniti si vince” e gli italiani lo dimostrano sempre quando ce n’è bisogno.

Barbara Zorzi e Giusy Marsilio sono le fondatrici del seguitissimo gruppo, nato su Facebook, Flash Mob Italy – Applaudiamo l’Italia – Original. Un gruppo che è sempre più cresciuto, giorno dopo giorno, e che può contare ora su importantissime iniziative legate al Sociale. A parlarcene in un’intervista doppia le stesse fondatrici.

Barbara e Giusy, come vi siete conosciute sui Social?

Barbara: “Tutto è nato per caso, ma come diciamo noi: “Niente è mai per caso!”, attraverso una iniziale attività di condivisione di momenti e situazioni di vita personale e lavorativa abbiamo scoperto affinità d’intenti e di valori che ci caratterizzano e ci uniscono sino a pensare ad un hashtag che ci rappresentasse ≠separateallanascita.”

 

Che cosa apprezzate in maniera particolare l’una dell’altra?

Giusy: “Di Barbara apprezzo la sua tenacia, la sua solarità e la sua voglia di donarsi agli altri come poche persone sanno fare. Barbara lo dimostra ogni giorno nel suo lavoro e nelle varie attività al fianco di chi è meno fortunato. E’ una professionista in tutto quello che fa, dal personale al sociale.”

Barbara: “Di Giusy? Di lei apprezzo tutto, dalla sua voglia di vivere, la sua positività, il suo essere sempre disponibile, trova sempre il tempo per tutti. È un’anima bella che si incastra perfettamente con me, fiducia e stima incondizionata per lei, a cui mi sento molto legata e la nascita del gruppo “Family”, il condividere quotidianamente, mi ha legato a lei ancor di più.”

 

Si dice che il Nord e il Sud Italia siano molto diversi tra di loro, il lockdown li ha forse riavvicinati e uniti?

Giusy: “Il Nord e il Sud sono diversi per storia e questo non si può negare, ma proprio questa storia ci ha insegnato che “uniti si vince” e gli italiani lo dimostrano sempre quando ce n’è bisogno. L’approccio solidale e di unità fa parte del nostro bagaglio culturale, è nel nostro DNA, come in poche altre zone del mondo.”

 

Sovente, durante questo durissimo periodo, il Nord era visto di cattivo occhio dal Sud, tant’è che tantissime persone, per lo più provenienti dalla Lombardia, venivano etichettate come untori. Voi come siete riuscite a tenere calme le acque?

Barbara: “Non nascondiamo che abbiamo avvertito questo sentimento sfavorevole dovuto più al voler trovare un colpevole, ed è quello che è avvenuto anche in ambito internazionale, basti pensare a cosa si è scatenato a ragione o meno nei confronti della Cina. Il nostro lavoro in tal senso è stato quello di creare un clima di solidarietà nei confronti proprio delle popolazioni più colpite, limitando al massimo la comunicazione negativa e dando quindi maggiore risalto a post e commenti di solidarietà e vicinanza. Pensar bene fa star bene!”

 

Tuttavia in questo periodo sui Social, Facebook in primis, sono nati svariati gruppi, con lo scopo di unire l’Italia, ma sovente il loro scopo non è stato raggiunto. Quale è stato il vostro X-factor per raggiungere l’obiettivo sperato?

Giusy: “Sicuramente il successo è dovuto all’aver condiviso dei valori, Positività e Fratellanza, che erano quelli di cui tutti avevamo bisogno in quei momenti e, soprattutto, di averli difesi a denti stretti da chiunque abbia tentato di demolirli. Per raggiungere il nostro obiettivo e per creare una Family, come noi amiamo chiamarci, non abbiamo mai mollato il gruppo, giorno e notte, moderando ogni conversazione. Siamo diventate amiche e confidenti di molti membri perché è nel nostro modo di essere il voler stare vicine a tutti.”

 

Tra l’altro ora, che siamo entrati nella cosiddetta Fase 3, so che avete in mente qualche importante iniziativa, ce ne volete parlare?

Barbara: “Numerose le iniziative che abbiamo in serbo per la nostra Family. Dopo i primi giorni, dalla nascita del gruppo, in seguito a numerosi messaggi, spesso molto toccanti e commuoventi con i quali ci ringraziavano per l’iniziativa, l’idea alla quale abbiamo subito pensato, è quella di voler incontrare tutta la nostra Family, organizzando eventi in luoghi strategici della nostra penisola. Li vorremmo davvero conoscere tutti e abbracciarli non appena tutto questo sarà possibile. Intanto continuano le live da noi organizzate e i contenst per poter interagire costantemente con tutti i membri. Ma l’iniziativa a cui teniamo particolarmente e che ci sta a cuore e sentiamo nostra più che mai, partita già da qualche giorno, è quella di aprire il nostro gruppo alle Onlus/No profit di tutta Italia e non che vorranno essere nostre ospiti. Vogliamo, attraverso la Family, portare, a chi ha più bisogno, il nostro contributo e fargli sentire tutto il calore di cui questo gruppo è capace; è fondamentale per noi l’informazione, la divulgazione e la sensibilizzazione nei confronti di quanti vivono situazioni di disagio per i più svariati motivi; portare sorrisi gioia e un contributo concreto è per noi una priorità che ci rende felici, ” Ti Faremo Volare”. Ma insieme a me e Giusy c’è un grande uomo, un grande imprenditore con un altrettanto cuore grande, Simone Peretti, che sarà parte attiva in tutta la parte gestionale/organizzativa di un argomento tanto delicato, come lo è il sociale e il no profit. Flash Mod Italy Original nel sociale ” Ti Faremo  Volare”.”

 

Ma voi vi siete mai incontrate di persona?

Giusy: “Mai, e questa è la dimostrazione che la fisicità è davvero relativa quando si condividono valori e intenti. Sin dai primi momenti, che oramai risalgono a circa 8 anni fa, abbiamo compreso che c’era un filo lungo circa 800 Km che, correndo lungo il nostro mare Adriatico, collegava Padova a Bari e viceversa e che ci legava ogni giorno sempre di più. Ora però è arrivato il momento di raccogliere questo filo e di incontrarci, siamo emozionate e non vediamo l’ora che accada.”

 

Quale pensate che sarà la prima cosa vi direte appena vi incontrerete?

Giusy: “Difficile immaginare quel momento, sappiamo così tante cose l’una dell’altra, come se ci incontrassimo più volte al giorno. Forse però una semplice parola uscirà spontanea per entrambe, una parola che rappresenta al meglio il momento passato, presente e sicuramente il futuro delle nostre vite: grazie!”

 

Con quale augurio volete salutare oggi tutti gli italiani da Nord a Sud?

Barbara: “L’augurio che questa situazione complicata si dissolva presto e completamente e che dissolvendosi porti via tutti i sentimenti negativi lasciando emergere solo sentimenti positivi come la fratellanza e la positività, spazzando via una volta per tutte luoghi comuni tra Nord e Sud che hanno oramai stancato. Solo con i valori di frattelanza e positività  potremo rinascere e crescere insieme con tutto il Nostro bellissimo Stivale, come in un’unica grande Famiglia. #familyvisiama e #tifaremovolare”

 

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*