Wine & Fashion 2017- Donne e Vini da far girar la testa.

Nella meravigliosa Tenuta Gran Paradiso di Palombara Sabina, si è svolta Giovedì 26 Ottobre, la favolosa serata, organizzata da Sara Iannone, all’insegna del gusto e della bellezza, con una sfilata impareggiabile ed una giuria di esperti per premiare gli abbinamenti tra le creazioni sartoriali e il nettare degli dei.

Uno degli elementi ‘gustativi’ migliori nella vita è di certo il vino. In Italia di uve pregiate ve ne sono a iosa…innumerevoli i vini di qualità: bianchi, rossi, rosè, secchi, frizzanti, fruttati, dolci…per tutti i gusti insomma. Bere un buon calice di nettare degli dei completa un’ottima cena, aggrega, dona una certa euforia, unisce piacevolmente. Se, a questo gusto sublime, viene unito il senso estetico, direi che se ne ottiene un connubio perfetto. Proprio in questa chiave di lettura è stato organizzato un evento di prestigio, Giovedì 26 Ottobre, con una padrona di casa eccellente, Sara Iannone.

Ho già più volte parlato delle serate di Sara, sempre impeccabili, originali, con un tocco in più…La Iannone, impegnata da oltre vent’anni nella promozione e nella valorizzazione dell’agroalimentare e della moda made in Italy, ha presentato la terza edizione di “Wine&Fashion-Donne e Vini da far girar la testa”. La magnifica serata si è svolta a Palombara Sabina, nella Tenuta Gran Paradiso in via del Pascolare n. 164, Km 3,00, la splendida location di Marzia Saccomandi, che ha già ospitato, con straordinario successo, la scorsa edizione, ed è immersa in un paradiso naturale tra la Valle del Tevere e le pendici del Monte Gennaro. L’evento, un tripudio di profumi e colori, è stato dedicato, come citato prima, al connubio tra vino e moda, con abiti straordinari, abbinati a rispettivi vini, secondo le caratteristiche organolettiche degli stessi, la particolarità dei tessuti, i colori e le linee delle creazioni sartoriali; le meravigliose acconciature delle modelle sono state curate da Natalino Candido.

Un incontro magico che ha dato vita ad una sfilata suggestiva ed evocativa con i prestigiosi prodotti di Casale del Giglio, della Tenuta Nardi, di La Masserie di Claudio Carusone, di Centanni, i meravigliosi abiti di Luigi Bruno e le pellicce di Roberto Cagnetta.  (Continua sotto…)

 

Una giuria di esperti di vino e di moda, è stata presieduta dall’onorevole Catia Polidori, già viceministro alle Attività produttive, e costituita da Marino Collacciani, giornalista, Diego Giardino, esperto di bellezza, Pier Paolo Segneri, professore e scrittore, Bianca Maria Lucibelli, l’Onorevole Antonio Paris, Antonino d’Este Orioles, Fabrizio Mechi, Loredana Filoni, giornalista e direttore responsabile di LF Magazine, che ha premiato gli abbinamenti più riusciti.

La serata è stata inoltre allietata da momenti straordinari di intrattenimento artistico, con l’esibizione della cantante Giò Di Sarno, reduce dal suo Cantanapoli musical, accompagnata dal fisarmonicista Gianni Mirizzi, che hanno interpretato le musiche tradizionali regionali con le performances della compagnia di danze popolari MariMai.

La serata, condotta piacevolmente dalla giornalista Rai, Camilla Nata, per quanto mi riguarda, è stata davvero divertente. Poter presenziare tra i giurati, grazie al cortese invito di Sara Iannone è stata una graditissima sorpresa, un regalo in più per una estimatrice del buon bere e del bel vestire quale mi reputo.

Per i cento ospiti selezionati la serata si è conclusa con una ricca e variegata cena con degustazione di tutte le cantine che hanno sfilato. E dato che non ci può essere festa senza dolce, Donato Perrone, ottimo pasticcere salentino, ha realizzato una meravigliosa e golosissima torta, naturalmente decorata in tema Wine&Fashion.

Per i più coraggiosi, anche la piggiatura dell’uva…un’antichissima tradizione evocata con grande simpatia dalla stessa Sara Iannone e da alcuni dei suoi numerose ospiti.

Foto: Luigi Giordani

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*