Zecchino d’Oro: Antonella Clerici e Carlo Conti al timone della 62esima edizione.

E' stata presentata nella sede Rai di Viale Mazzini la ricca edizione della nota kermesse canora per bambini che andrà in onda dal 4 al 6 Dicembre in fascia pomeridiana, e con il gran finale serale, Sabato 7 Dicembre.

Antonella Clerici e Carlo Conti

Tutto pronto per la 62esima edizione dello “Zecchino d’Oro”, che vede il ritorno di Antonella Clerici sull’ammiraglia del servizio pubblico sia nelle tre puntate pomeridiane del 4, 5 e 6 Dicembre alle 16.50, in onda dall’Antoniano di Bologna, che nella serata del 7, sempre su Rai1, in coppia con Carlo Conti, direttore artistico della kermesse canora per bambini per il terzo anno consecutivo, quest’ultima dall’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (BO). Alla direzione musicale c’è il maestro Peppe Vessicchio.

Il Coro dell’Antoniano sarà diretto da Sabrina Simoni mentre la Regia è di Maurizio Pagnussat. Dodici le canzoni inedite in gara con le quali il repertorio sale a 776 brani (i temi vanno degli animali ai sogni, dalla grammatica alle piccole difficoltà). 16 i piccoli interpreti.

Così Carlo Conti in conferenza stampa: “La somma dell’età dei bambini è più bassa della somma della mia età e di quella di Antonellina che ne ha 30 ed è più giovane” dice con la sua consueta galanteria.

Poi il conduttore toscano sottolinea: “In gara ci sono le canzoni, non i bambini. Quest’anno le ho ascoltate contrariamente alle altre due precedenti edizioni, erano tante: 860! Per fortuna ha collaborato con me mio figlio Matteo di 5 anni”.

Accanto alla giuria dei bambini a votare le canzoni in gara, ospiti speciali: Giovanni Allevi, Liciana Littizzetto, Ficarra e Picone, Laura Chiatti, Claudia Gerini, Benji e Fede, Alberto Urso.

Uno degli obiettivi principali dello Zecchino d’oro è quello di sostenere l’Operazione Pane, promossa dal frate francescano Giampaolo Cavalli, finalizzata a garantire 150mila pasti da Gennaio a Dicembre 2020 in 15 mense francescane. Queste le parole di Giampaolo Cavalli: “Devo ringraziare Rosanna Pastore e la Rai che continuano a sostenere questo progetto. E poi Carlo ed Antonella che si stanno sporcando le mani in questa storia che, come ogni storia, vive e cresce se c’è qualcuno che ha il coraggio di mettercisi dentro, questo rende felici tutti noi dell’Antoniano. Questa edizione nasce con dei grandi sogni che sono cresciuti senza che ce ne accorgessimo, perchè questa avventura, inedita per noi, è diventata di dimensioni che non immaginavamo: nel giro di pochi giorni ci sono state più di 7 mila prenotazioni, questo ci rende orgogliosi. Quest’anno ci sono bambini piuttosto piccoli, perchè noi grandi abbiamo bisogno di dare credito al futuro che viene avanti ed i bambini lo sanno raccontare bene! Inoltre Operazione Pane aiuta tante realtà francescane sparse in Italia, dove ogni giorno, persone che non saprebbero come fare, arrivano lì per un pasto.”

La Clerici ha fatto ancora notare: “Con l’Antoniano ci siamo sfiorati tantissime volte, senza mai collaborare. Le tagliatelle di Nonna Pina ad esempio è diventata un cult”.

Poi aggiunge: “Non è un impegno è un divertimento, il mondo dei bambini è sempre stato il mio, dai tempi di “Ti Lascio una canzone” che ho guidato per cinque anni. In questo caso voglio ringraziare Carlo Conti, che mi è sempre stato vicino nei momenti difficili della mia vita, è un fratello, e anche dopo un momento di ‘stallo forzato’, mi ha dato l’occasione di ricominciare a sorridere… un regalo…! Vedrete un Carlo Conti in una veste insolita, trascinato dalle mie gonne, che saranno coloratissime e in tema col look dei bambini”.

Durante la presentazione a Viale Mazzini de “Lo Zecchino d’oro” torna a ribadire circa il proprio futuro nell’azienda:

“Io sono a disposizione della Rai, come si sa, ma la mia concentrazione ora è sullo Zecchino. E poi su Telethon. Poi vedremo. Spero di fare in Primavera un prime time, ho tante idee, non mi mancano. Sono qui, ma non dipende da me, non posso impormi da sola, vedremo cosa accadrà nei prossimi mesi”.

Tornando allo Zecchino: il 4 Dicembre inizierà la gara con l’ascolto di sei canzoni. Il 5 proseguirà con l’ascolto delle altre sei. Il 6 Dicembre verranno riascoltate le 12 canzoni in gara, in una versione ridotta. Il 7 Dicembre sarà, invece, il giorno della finale in prima serata, condotta dalla coppia inedita per il piccolo schermo, Carlo Conti e Antonella Clerici che riporteranno in tv tutte le canzoni in gara, cantate dal vivo dinanzi a un pubblico.

La 62esima edizione dello Zecchino d’oro sarà disponibile anche su RaiPlay con una pagina dedicata per navigare nella piattaforma digitale della Rai fra le canzoni di ieri e di oggi su Rai1 dal 4 al 7 dicembre e avrà anche la possibilità di rivedere – già durante lo spettacolo – i video delle esibizioni dei piccoli cantanti e degli ospiti.

Provengono da 11 regioni i 16 solisti che interpreteranno le 12 canzoni in gara al 62° Zecchino d’Oro.

Insieme ai bambini del Coro dell’Antoniano diretto da Sabrina Simoni, i piccoli interpreti sono anche la voce di Operazione Pane, il progetto di solidarietà di Antoniano onlus a sostegno delle mense francescane.  Avviata nel 2014, l’iniziativa ora coinvolge 14 mense in Italia e una ad Aleppo che ogni giorno accolgono persone e famiglie in difficoltà. Il pasto caldo è il primo passo per aiutare il loro reinserimento sociale.

Con i piccoli solisti della 62esima edizione sale a 1.034 il numero dei bambini-interpreti dalla prima edizione dello Zecchino d’Oro nel 1959 ad oggi.

Lo Zecchino d’Oro Casting Tour, organizzato in collaborazione con Wobinda, da Febbraio ad Agosto ha toccato ben 30 città italiane e ha visto la partecipazione di circa 5.000 bambini. Nel corso della finale, tenutasi il 4 Settembre all’Antoniano di Bologna, sono stati individuati i seguenti solisti per le rispettive canzoni:

Alessia Cecere, 8 anni, di Borgoricco (P) che canta “Sono felice” (di Maria Elena Rosati e Lorenzo Tozzi)
Luna Massari, 6 anni, di Ragusa che canta “Un principe blu” (di Flavio Careddu e Carmine Spera)
Nausica Speranzini, 6 anni, di Molfetta (Ba) che canta “Tosse” (di Antos Zarrillo Maietta)
Francesca Larocca, 5 anni, di Lodi che canta “Skodinzolo” (di Gianfranco Grottoli, Andrea Vaschetti e Gianfranco Fasano, Giuseppe De Rosa)
Gabriele Tonti, 5 anni, di Sabaudia (Lt) che canta “Non capisci un tubo” (di Flavio Careddu, Carmine Spera e Giuseppe De Rosa)
Claudio Rosato, 7 anni, di Locorotondo (Ba) che canta “O tucano goleador” (di Luca Tozzi e Nadia Borgognoni)
Alessia Mirra, 7 anni, di Roccadaspide (Sa) che canta “Mettici la salsa!” (di Francesca Negri, Stefano Fumagalli e Federica Spreafico)
Irene Lucarelli, 4 anni, di Firenze che canta in terzetto “L’inno del girino” (di Silvestro Longo e Gianfranco Fasano)
Marta Sisto, 6 anni, di Casavatore (Na) che canta in terzetto “L’inno del girino” (di Silvestro Longo e Gianfranco Fasano)
Carlo Antonio Fortino, 4 anni di Montalto Uffugo (CS) canta in terzetto “L’inno del girino” (di Silvestro Longo e Gianfranco Fasano)
Asia Loi, 8 anni, di Maracalagonis (CA) canta “La memoria” (di Alessandro Visintainer e Irene Menna)
Nicole Curatolo, 5 anni, di Sala Bolognese (BO) canta in coppia “Il bombo” (di Alberto Pellai, Angelo Ceriani e Paolo D’Errico)
Zeno Gregorio Nigido, 6 anni, di Genova canta in coppia “Il bombo” (di Alberto Pellai, Angelo Ceriani e Paolo D’Errico)
Matilde Gazzotti, 4 anni, di Casalecchio di Reno (BO) canta in coppia “I pesci parlano” (di Valerio Ciprì e Valerio Baggio)
Giulia Rizzo, 5 anni, di Palermo canta in coppia “I pesci parlano” (di Valerio Ciprì e Valerio Baggio)
Rita Longordo, 8 anni, di Sanremo (IM) canta “Acca” (di Flavio Careddu, Irene Menna e Alessandro Visintainer)

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*